Tom Clancy, l’autore di ‘The Hunt for Red October’ in Italia “Caccia a Ottobre Rosso” è morto a soli 66 anni.

Per gli appassionati di tutto il mondo era, semplicemente, il re del thriller di spionaggio; soprannome che, però, non rende fino in fondo giustizia al ruolo che ha avuto Tom Clancy nel panorama della letteratura di genere internazionale.

Perché lo scrittore statunitense, morto oggi all’età di 66 anni, ha davvero segnato un epoca e appassionato generazioni di lettori, visto che ormai da decenni i suoi libri si sono sempre, sistematicamente, piazzati ai primi posti delle classifiche di vendita e di gradimento.

Grande appassionato di storia e strategia militare, Clancy tentò anche la carriera in divisa, ma i suo problemi di vista gli impedirono di proseguire oltre.

Non gli impedirono di riversare tutta la sua passione e la sua conoscenza sulle pagine, sfornando storie che si sono sempre mosse sul sottile crinale che divide l’invenzione pura dall’inquietante corrispondenza con la realtà della vita delle persone di tutto il mondo.

Come ogni tanto succede agli scrittori più visionari, qualche sua idea raccontata all’interno di alcuni romanzi ha addirittura anticipato, in qualche modo, avvenimenti poi accaduti realmente.

Noto soprattutto per la creazione del mitico agente Jack Ryan, molti libri di Clancy hanno avuto un enorme successo anche trasportati sul grande schermo: il famoso Caccia a Ottobre Rosso, per esempio, è fedele trasposizione di un suo romanzo.

La sua abilità e l’intelligenza acuta lo hanno spesso fatto passare come uno dei maggiori esperti di tecniche militari e conoscitore dei rapporti politici internazionali, specie nel periodo della guerra fredda.

Non è un caso che lo stesso esercito degli Stati Uniti gli abbia più volte aperto la porte per approfondire “dal vivo” le sue conoscenze.

Categorie: Costume e società Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: