Mentre era intenta alla ricerca degli appunti del padre, lo scrittore Beppe Fenoglio, conosciuto anche come il ” Partigiano Johnny “, Margherita Fenoglio ha invece ritrovato le armi che erano appartenute al padre nel periodo in cui era un partigiano.

Le armi ritrovate, una carabina ed una pistola, erano avvolte in un lenzuolo azzurro, che a sua volta si trovava all’interno di una coperta marrone, ed il loro ritrovamento ha commosso Margherita, consapevole di avere in mano quelle che erano state non solo le armi di suo padre, ma che lo stesso scrittore faceva usare al protagonista del suo libro ” Una questione privata “.

La carabina calibro 30, tipo M1 della Underwood ed una Colt 45, si trovavano in un armadio della casa della madre di Margherita, scomparsa nel mese di novembre dello scorso anno.

Per Margherita Fenoglio è stato emozionante anche il fatto che il ritrovamento sia avvenuto dopo 50 anni dalla morte del padre.

Lo scrittore Beppe Fenoglio nella primavera del 1945 svolgeva le mansioni di ” ufficiale di collegamento ” con delle truppe inglesi che erano state paracadute nelle Langhe.

Secondo Margherita Fenoglio, il padre pur avendo posseduto quelle armi non le ha mai usate per uccidere altre persone. Il ritrovamento è avvenuto nello scorso mese di agosto, e soltanto ora Margherita Fenoglio ha scelto di rendere pubblica la notizia.

Le armi, dopo i controlli e gli accertamenti necessari, saranno donate al ” Centro studi ” dedicato allo scrittore, aperto nello scorso mese di febbraio, e situato nell’abitazione dove lo scrittore visse per molti anni e dove scrisse gran parte dei suoi romanzi, per essere esposte insieme ad altri oggetti che gli sono appartenuti come la macchina da scrivere da lui usata, una raccolta di fotografie ed alcuni manoscritti per quanto riguarda gli appunti cercati invece nessuna traccia.

Categorie: Costume e società Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: