Burberry continua con grandi novità ma questa volta parliamo di cambi di poltrone.

Angela Ahrendts, donna potentissima da dieci anni a capo del marchio britannico che ha contribuito a imporre come brand di lusso a livello mondiale, lascerà l’incarico di amministratore delegato nella primavera dal 2014 a Christopher Bailey, per andare a ricoprire la carica di senior vice president e membro dell’executive team  agli Apple Store fisici e digitali.

La Apple continua così nella sua ricerca di figure moda importanti, tanto che la Ahrendts si va ad aggiungere all’ex-CEO di Yves Saint Laurent, Paul Deneve.

Di fatto il settore del lusso nella gestione delle vendite retail ha segnato uno dei successi storici di Jobs e Cook e quindi la scelta di Angela Ahrendts pare confermare la volontà di mantenere un livello di esclusività.

Ma la grossa novità riguarda Burberry, o meglio, Christopher Bailey, ad oggi direttore creativo del marchio, che assumerà anche il ruolo di CEO.

Decisione rara per un gruppo di questo settore, e che sembra aver spaventato la Borsa, non è facile vedere uno stilista alla guida di un grande gruppo del lusso come questo.
Ma pare chiaro che Burberry ha scelto di unire la creatività e la sartorialità  con le scelte direttive dell’azienda.

Anche se il titolo oggi pare aver avuto una leggera flessione in borsa, il colosso britannico ha reso noto che il primo semestre si è chiuso con ricavi pari a 1,03 miliardi di sterline in crescita del 14 per cento.

Categorie: Trade News Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: