Ancora una volta Si Sposaitalia Collezioni – salone organizzato da EXPOCTS e allestito nei padiglioni di Fieramilanocity (con ingresso da Porta Teodorico) dal 22 al 25 giugno – conferma la sua leadership. Nato come appuntamento votato al business, che raccoglie operatori da tutto il mondo, la manifestazione è diventata ormai anche epicentro delle tendenze worldwide  del mercato del wedding.

Così volano i risultati, che portano lo spazio espositivo di 14.000 mq ad una crescita del 15%, oltre 160 collezioni presentate e già aperta una waiting list per l’edizione del prossimo anno. Dati importanti di questi tempi, che esprimono come Si Sposaitalia Collezioni sia sempre più il salone di riferimento – con oltre 5000 buyers previsti provenienti da tutto il mondo – capace di coniugare qualità e fantasia.

Sarà per questo che è in continua crescita anche la partecipazione di espositori, tra questi molti stranieri di alta e altissima gamma. Tra i tanti è riconfermata la presenza dell’inglese Jenny Packham. La stilista dei “matrimoni delle dive”, passata da Nicole Kidman lo scorso anno a Elisabeth Hurley quest’anno,  che l’ha scelta per disegnare l’ abito per il suo matrimonio indiano, definito dai media “il matrimonio dell’anno”. La sua collezione parla attraverso tessuti lussuriosi e sensuali, impreziositi da straordinari elementi artigianali che rendono unico ogni abito. Sensualità e audacia è anche il tema “The Boudoir Collection”, di Complice Couture Design linea seducente prodotta con tessuti di estrema qualità,  nota negli ambienti televisivi dell’intera Grecia. A questo tripudio di sensualità, risponde naturalmente anche il “made in italy” con il suo grande estro e la sua sartorialità d’alta moda. Così Giovanna Sbiroli trasforma le spose in Regine, passando dalla modernità di Rania di Giordania, all’ opulenza di Marie Antoinette, all’eccentricità delle spose delle “Cronache di Narnia”. Pezzi totalmente ricamati a mano, che sembrano trasformare l’abito in un unico gioiello. Mentre Floranna punta sulla femminilità più seducente con abiti-fiore che danzano leggeri e luminosissimi con scollature, spalline e accessori in ricchissime catene di cristalli.  Ma sono ancora moltissimi i nomi di punta del settore. Come Gay Mattiolo, Renato Balestra, Lancetti, Luciano Soprani con impeccabili  abiti maschili da cerimonia. Christian Lacroix, Karl Lagerfeld, David Fielden, eccentrico designer londinese amato da Kate Moss e Christina Aguilera, o l’inglese Ian Stuart Bride che realizza abiti per la famiglia reale.  Immancabile anche la presenza del marchi spagnolo Rosa Clarà, che quest’anno ha realizzato il vestito per il matrimonio tra Esther Canadas e Sete Giibernau, che punta sulla lavorazione attraverso una combinazione eccezionale di strisce a zigzag di seta e organza, che donano un effetto di grande modernità.

Tutti brand prestigiosi che  hanno scelto Milano per presentare le loro collezioni sposa. Solo alcuni esempi di una edizione di Si, Sposaitalia Collezioni che, con una panoramica completa dell’offerta del settore – abiti ed accessori per la sposa, abiti da cerimonia e d’alta moda maschile, scarpe, veli e bigiotterie – rappresenta ancora una volta un appuntamento centrale nello scenario internazionale del mondo del wedding.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da in data: 11.05.2007
Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2007