Il teatro stabile del veneto Teatro Goldoni di Venezia, propone una divertente commedia per tutta la famiglia.

Domenica 8 dicembre, alle 16, il Teatro d’ Aosta va in scena Pippi Calzelunghe, amica liberà per la regia di Livio Viano e tratto da un romanzo di Astrid Lindgren.

Pippi Calzelunghe

Sul palco l’interprete sarà Stefania Ventura che reciterà con la drammaturgia di Livio Viano e Marie Claire Chaberge, con musiche e canzoni di Sandro Balmas, scenografie di Anna Demattè e animazioni video firmate Davide Dell’Anna.
Disturbare un mito come Pippi è dura.

La silhouette è troppo netta, con le trecce all’insù e le lunghe scarpe. Un cavallo bianco, una scimmia, una villa dai colori sgargianti e due vicini di casa compongono un contesto difficile da imitare. Il quadro è ultimato e soprattutto iper famoso, come ritoccarlo? Per nostra fortuna Pippi è una miniera inesauribile di contenuti e di messaggi, dall’avventura più sfrenata e demenziale alle domande esistenziali, dal rapporto con gli altri all’arte di esibirsi. Abbiamo deciso di raccontarvi Pippi un po’ come lo farebbe lei: in maniera vagamente disordinata, senza mai stare fermi e soprattutto senza scegliere un filone preciso.

Non c’è solo l’emozione dell’azione, non c’è solo la risata: Pippi passa da una cosa all’altra saltando a modo suo, e così noi, ma dentro di lei c’è sempre un filo logico che unisce tutto perché come tutti i bambini ha una unità logica-razionale-emotiva che riassume tutto quanto vive. E lo esprime in tanti modi: cantando, danzando, giocando, recitando, interagendo con i personaggi animati. La sfida del pubblico è…  riuscire a starle dietro.

Tra voli spericolati, corse in macchina, tuffi nel mare blu, danze sfrenate, acrobazie, canzoni e tanta ironia, Pippi ci porta nel suo mondo colorato, mai scontato, dove tutto diventa gioco e il gioco diventa avventura.

Il tetro per i più giovani riprenderà con Cappuccetto Rosso (19 gennaio 2014), per continuare con Hansel & Gretel (9 febbraio 2014) e Storia di Pinocchio (23 febbraio 2014).

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: