Jacqueline Kennedy e Capri: il suo mito rivive a Roma.
L’eleganza e la semplicità di Jacquiline Kennedy a Capri, rivivono negli scatti di Settimio Garritano in mostra a Roma.

Lo Splendor Parthenopes, in via Vittoria Colonna a Roma, dal 16 dicembre al 19 gennaio, ospita una straordinaria mostra fotografica composta da 60 scatti inediti, realizzati da Settimo Garritano, che ritraggono Jacqueline Kennedy nella sua vita quotidiana a Capri tra il 1969 e il 1973.
La mostra intitolata “Un Mito nel Mito” è stata promossa e organizzata da La Conchiglia Libri&Edizioni e sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 7 di mattina alle 2 di notte.

 “Un Mito nel Mito” celebra l’incontro tra Capri e Jacqueline Kennedy, due miti dell’eleganza e del saper vivere, cosmopolita e mediterraneo allo stesso tempo.

Jacqueline-Kennedy-e-il-fotografo-Settimio-Garritano

Il famoso fotografo, scomparso due anni fa, raccontava: “Con lo yacht Christina Jackie frequentava Capri, dove amava passeggiare per le strette vie senza bodyguard, in mezzo alla gente comune: adorava fare shopping, comperare sandali capresi, entrare nelle deliziose e piccole boutique; amava camminare, d’estate anche scalza; le piaceva bere un caffè con panna o un aperitivo, seduta nella famosa Piazzetta dell’isola, andare in trattoria e gustare una semplice insalata caprese. A Capri poteva sentirsi veramente libera, viva, felice”.

Le magnifiche immagini ritraggono Jacqueline Kennedy impeccabile con i tipici sandali e i pantaloni capresi passeggiare in via Vittorio Emanuele con la figlia o immortalata nella sua semplicità seduta negli storici caffè della Piazzetta, dietro gli occhialoni neri, fedeli compagni nei rari momenti in cui nascondeva all’obiettivo i suoi grandi occhi, forse per nascondere una sofferenza interiore che l’ha accompagnata per tutta la vita.

I 60 scatti sono stati selezionati tra migliaia di foto compiute da Settimio Garritano nell’arco di cinque anni, dall’estate del 1969, e successivamente raccolte nel libro “Un mito nel mito. Jacqueline a Capri” delle Edizioni La Conchiglia.
Gli editori Ausilia Veneruso e Riccardo Esposito raccontano “Nacque tutto per caso, un giorno incontrammo Settimio nella nostra libreria di Capri. Dopo aver visto quelle splendide immagini, sintesi perfetta del cosiddetto ‘stile Capri’ basato su sobrietà, eleganza ed eccentricità, decidemmo di farne una mostra che si tenne nell’estate del 2011 presso il Grand Hotel Quisisana di Capri e anche un libro. La mostra, sostenuta da Tod’s, ebbe un successo straordinario e fu poi esposta anche a Seul e Singapore con altrettanto successo”.

Luca D’Angelo, proprietario dello Splendor commenta “Splendor è il luogo ideale per questa mostra perché rappresenta la capacità di Napoli, della Campania e di Capri d’esser luoghi di incontro di culture diverse, aperte ad accoglierne le suggestioni e renderle proprie. Forse per questo tali luoghi erano così amati da Jacqueline, donna dalla cultura raffinata ed europea e nello stesso tempo alla ricerca di una profonda e ritrovata spontaneità”.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: