Estetiste, lime e pietra pomice, erano queste le antiche tecniche con cui si curavano i piedi.

Considerata una delle parti del corpo più sensuali e femminili, i piedi soprattutto in estate, magari con un bel sandalo gioiello, meritano attenzione e cura. Uno smalto ben steso e un colorito leggermente abbronzato fanno la sua parte, ma uno dei segreti per avere dei piedi da fata, morbidi e setosi, è la Fish Therapy!

La nuova modalità di pedicure, fa si che al piacere dei piedi ben curati, si aggiunga anche un lieve massaggio, che rilassa totalmente i sensi. Su una comoda poltrona, ci si puo’ abbandonare e lasciare il caos cittadino, per 20 minuti di total relax.

I pescioli in questione hanno il nome di Garra Rufa, diffusi in Siria e Giordania, il loro habitat è nelle acque dolci di stagni, lagune e fiumi. Si cibano di alghe e detriti di altri pesci. La Fish Therapy, consiste nell’immergere piedi o mani, all’interno di grandi acquari, oppure in delle vaschette con dentro i simpatici pesciolini, a seconda del centro benessere.

Si nutrono di “pelle morta“, duroni e calli, non è esattamente un bel vedere, ma il risultato è decisamente fantastico! L’azione che svolgono è miracolosa e la sensazione che si avverte è quella di una forte leggerezza, aiutando la circolazione e l’ossigenazione degli arti.

Il prezzo è davvero modico, dai 15 euro per la manicure, ai 20 euro per la pedicure, con una durata di 20 minuti di sano anti-stress!

Nancy Malfa

Categorie: Benessere donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: