Questo periodo dell’anno è caratterizzato da oroscopi e buoni propositi. Il più gettonato in assoluto? Quello di rimettersi in forma che, oltre ad essere il più comune, è anche il più difficile da mantenere.

Il picco di iscrizioni in palestra si registra proprio a gennaio, ma già dal mese successivo inizia il calo di frequenza, mentre a marzo tutti i buoni propositi sono solo un lontano ricordo. Eppure rimettersi in forma non è una missione impossibile, l’ombra del fallimento esiste solo se gli obiettivi che ci poniamo sono irrealistici o troppo vaghi.

Ecco qualche suggerimento per non perdere la motivazione nella nostra routine di fitness.

Chiediamo al personal trainer in palestra di studiare un piano di allenamento realistico. Inutile programmare tre sedute alla settimana se sappiamo già che sarà difficile ritagliare tutto quel tempo. Meglio meno allenamento, ma seguendo una certa costanza.

Attenzione alla noia. La routine in palestra fa perdere gli stimoli, cambiamo il programma di allenamento ogni 4/6 settimane.

Stabiliamo obiettivi precisi. Non diciamo ‘voglio perdere peso’, ma ‘voglio perdere 5 chili in un mese’. Sostituiamo la frase ‘voglio iniziare a correre’ con ‘voglio correre 5 chilometri a settimana’.

In palestra oltre al programma fitness, chiediamo anche consigli alimentari. Nessun allenamento può funzionare senza il supporto di un’alimentazione corretta.

Trovare un compagno di allenamento aiuta a sostenersi a vicenda, a dare e ricevere la motivazione quando inizia a cedere. Per non parlare della riduzione dei costi, se avete intenzione di farvi seguire da un personal trainer.

Categorie: Benessere donna.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: