Si chiama American Vintage ma è un brand basic chic tutto Francese che ha rivoluzionato l’abbigliamento casual introducendo il concetto di casual  chic, e che debutta alla 85ma edizione di Pitti Uomo.

Ma facciamo un passo indietro, American Vintage e’ nato nel 2005 dalla mente creativa di Michaël Azoulay come marchio per un casual chic di nicchia al femminile,  e che da allora continua a crescere a livello globale tanto da aver inserito anche il comparto maschile.

Un palcoscenico internazionele per questa collezione dal mood  fortemente  originale  unito a un nuovo concetto di eleganza décontracté capace di rispecchiare il lifestyle e il gusto per il bello.

Questi elementi imprescindibili rappresentano i valori di un marchio che, fin dalle sue origini, e’ stato connotato da una semplicita’ ricercata ed essenziale, unita alla ricerca di una vestibilita’ perfetta, all’eccellenza dei tessuti e a un forte richiamo al passato.

“Abbiamo scelto di prendere parte a una manifestazione cosi’ importante come quella fiorentina perche’ l’unica grado di rispecchiare le tendenze dedicate alla moda uomo” ha commentato Michaël Azoulay, presidente e fondatore del brand. “E’un grandissimo onore e una grande responsabilita’ quello di poter veicolare la nostra filosofia in un contesto di cosi largo rilievo nazionale e internazionale”.

La collezione uomo si compone principalmente di pantaloni, maglie e t shirt in cui i colori sono i veri protagonisti e danno ai capi una connotazione contemporanea.
Mentre i pantaloni sono creati seguendo una vera e propria filosofia che porta il brand a scegliere con grande cura tele e finiture, le maglie sono trattate in modo da avere un aspetto vintage con un effetto forte e un’ originale di contaminazione tra passato, presente e futuro.

La maglieria viene  riletta e lavorata in mille declinazioni e in particolare la t shirt le cui diverse espressioni, tutti i modelli tunisienne, con lo scollo v o rotondo, dalle maniche lunghe o corte, sono piu’ che capi basici ma un vero e proprio must.

Capi basici, tagli essenziali, cotoni morbidi e palette di colori studiata consacrano il successo di un brand che ha fatturato, nel 2012, piu di 50 milioni di euro e ha boutique monomarca in Francia, Israele, Grecia, Spagna, Paesi Bassi e Hong Kong.

Categorie: Moda Uomo, Pitti.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: