Firenze-  Fortezza del Basso, da oggi fino al 18 Gennaio va in scena Pitti Bimbo, l’unico salone che rappresenta tutto l’universo della moda bimbo a livello mondiale.

Una piattaforma sempre più internazionale con 450 collezioni attese, di cui 177 estere, e oltre 7.200 buyer e un totale di oltre 10.000 visitatori.

Pitti Bimbo è anche una straordinaria piattaforma di tendenze lifestyle, dove scouting, ricerca e selezione sono i principi chiave.

Come dichiarato dal vicedirettore generale di Pitti Immagine, Agostino Poletto, l’obiettivo di quest’edizione è quella di intercettare sempre più buyer internazionali, ampliando la manifestazione anche al mondo degli accessori, del design e del bio food, così da conoscere direttamente le aziende italiane. Dalle grandi aziende di Pitti Bimbo alla creatività dei marchi indipendenti di New View e EcoEthic, dallo sportswear di Sport Generation alle atmosfere urban di SuperStreet e alle collezioni all’avanguardia di Apartment, fino agli accessori, ai toys e ai complementi d’arredo legati al mondo dei piccoli.

Rock Me Pitti, tema dell’edizione di gennaio, che Agostino Poletto argomenta così: “Con ROCK ME PITTI, tema dei saloni di Pitti di questa stagione, Pitti introduce idealmente una monetina dentro un luccicante jukebox che produce suoni, parole e immagini, idee, spettacolo ed emozioni, business e creatività. Per fare con la musica quello che da sempre fa con la moda: scegliere il meglio, il più nuovo, il più interessante e rileggerlo con il suo stile, offrendo una dimensione di piacere e intrattenimento ai suoi visitatori”.

Nei giorni Pitti Bimbo, la Fortezza da Basso si animerà, nei suoi luoghi strategici – come le sezioni Apartment e New View ma anche il programma Alternative Set – di performance e installazioni, immagini e oggetti di culto che al mondo della musica si riferiscono.Tutto sarà all’insegna di un nuovo sound, declinato attraverso le diverse anime della moda for kids a cui Pitti Bimbo dà voce. Set design a cura di Oliviero Baldini.

Categorie: Pitti, Pitti Bimbo.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: