Stonehenge (letteralmente ‘pietra sospesa’) è uno dei siti archeologici preistorici più celebri al mondo. Per il suo grande valore storico-culturale è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità.

Da circa un mese, a poche centinaia di metri dal famoso sito, è stato aperto un museo che permette ai visitatori di scoprire la storia e i segreti più nascosti di Stonehenge.
Per accedere al museo è sufficiente pagare un importo di circa 17,50 euro.

I giganteschi megaliti situati nella campagna inglese sono uno dei luoghi più visitati dell’intero Regno Unito: ogni anno circa due milioni di visitatori si recano a Stonehenge.

Il sito archeologico si trova a poco più di dieci chilometri di distanza dalla città di Salisbury, al centro  dell’omonima pianura.

Gli archeologi discordano sulla data precisa di costruzione del monumento, che in ogni caso viene fatta risalire all’età del Neolitico, all’interno di un arco temporale compreso tra il 2500 e il 200 avanti Cristo.
Secondo quanto emerso dagli studi effettuati, le pietre di Stonehenge risulterebbero essere allineate astronomicamente per poter determinare con precisione i punti di solstizio ed equinozio, potendo così osservare gli astri.

In ogni caso, il mistero è ancora in gran parte da decifrare.
Nei pressi di Stonehenge si può visitare anche il sito archeologico di Old Saurum, antico villaggio da cui nacque l’attuale città di Salisbury.

Il souvenir più adatto per portare con sé la magia di Stonehenge è senza dubbio una semplice foto, meglio se scattata al tramonto del sole.

La stampa risulterà più emozionante di qualsiasi riproduzione, tazza, maglietta.

Categorie: Arte, Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: