Gli anni Ottanta o si amano o si odiano: non esistono le mezze misure per quelli che in quel periodo erano i look preferiti dai giovani e non.
Chiassosi, appariscenti, eccessivi… D’altronde, erano i mitici anni Ottanta!

Cosa andava di gran moda? Bhe, le ragazze non potevano senza dubbio uscire senza un paio di fuseaux, che le ventenni di oggi chiamano leggins e i ragazzi non potevano certamente andare in giro senza quelli che erano considerati i jeans per antonomasia, i Levi’s 501 a vita alta, declinati anche al femminile.

Che dire poi delle spalline? Forse oggetto di culto di tutti i nostalgici dell’epoca, che venivano applicate su qualunque giacca, spesso anche su alcune maglie, per un risultato inconfondibile: se oggi vedeste qualcuno che porta le spalline pensereste subito che vorrebbe vivere negli anni Ottanta, no?
Sono quelle cose che immediatamente sono riconducibili a un tempo e a un’epoca e che a essa sono legate indissolubilmente a doppio filo.

E che dire delle scarpe, le Converse, simbolo dei giovani che venivano portate in tutte le possibili declinazioni di colore e di forma, alte o basse, dentro o fuori i pantaloni, l’importante è che fossero Converse ed è stato interessante rivedere come, qualche anno fa, i giovani sono tornati ad appassionarsi di queste scarpe e tutt’oggi sono tra le preferite di una certa cerchia di ventenni che amano fare i ribelli.

La moda fatta così, tutto torna, trasformato ma torna, è solo questione di tempo per rivedere vecchi oggetti dimenticati tornare sulle passerelle degli stilisti più in voga e diventare quindi nuovamente degli oggetti di culto imprescindibili.

Categorie: Casual Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: