Negli innumerevoli flussi e riflussi della moda, la primavera/estate 2014 prevede un grande ritorno: il gilet!

Un capo molto versatile, rubato al guardaroba maschile alla fine degli anni ’60, e diventato velocemente un must have nelle preferenze di noi donne.

maison martin margielaIl gilet è un grande passepartout e stilisti come Alexander Wang, Donna Karan, Rick Owens o Proenza Schouler sono d’accordo con noi, dal momento che l’hanno inserito tra i capi di punta delle loro nuove collezioni.

Il gilet non è solo sinonimo di stile alla garconne e le tendenze di questa primavera/estate 2014 lo dimostrano, perché questo capo si presta a diverse interpretazioni.

Scegliamolo in morbida maglia o in fresco di lana per essere comode e chic al lavoro, mentre per la sera via libera alla fantasia con decori in paillettes, tessuti seducenti come la seta e vestibilità slim ad esaltare décolleté o punto vita.  

Lo stile più gettonato della nuova stagione vuole il gilet strutturato come una blazer senza maniche; dunque linea dritta, lunghezza sotto i fianchi, collo a revers e abbottonatura a due petti.

Il tocco in più? Il colore, che oltre al classico (e sempre giustissimo) nero, vede nel bianco la massima espressione di un nuovo stile metropolitano.

Abbinarlo è semplicissimo. Diventa grintoso e moderno con un pantalone slim-fit o una gonna a tubo; mentre con i pantaloni ampi è semplicemente chic e romantico.

L’errore da non fare: no a camicie, felpe o lupetti. Sotto il gilet limitiamoci ad indossare una t-shirt, o magari due sottilissime sovrapposte, manica lunga o corta non importa, ciò che conta è non strafare.

E’ il gilet il protagonista dell’outfit, non rubiamogli la scena con abbinamenti improbabili.
(foto via: Luisaviaroma, Yoox, Luxyuu)

Categorie: Moda Donna.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: