Voglio una scrivania. Per scrivere, per ragionare, per leggere, per vivere… Una scrivania, spesso di per sé anonima, può trasmettere emozioni e stati d’animo.

La scrivania evoca la persona che la abita, è innegabile, spesso si passano ore lì seduti, quasi persi nei propri pensieri.
In altri momenti la scrivania è una compagna di viaggio, è il luogo sul quale dar vita al proprio estro. Sempre però sottolinea le differenti personalità. Ordinata, disordinata, coperta da cose futili o come oggetto di culto, spesso di design il desk, per dirla all’inglese, è un oggetto immancabile nelle case, tanto prezioso che ognuno la “arreda” come crede.

Per rimanere in tema, dall’11 al 13 aprile, ai Frigoriferi milanesi, parte “Writing. Design on your desk.”, la seconda edizione dell’evento dedicato allo stationery design e ai prodotti da scrivania; è l’iniziativa che accoglie il meglio della produzione italiana e internazionale: un’accurata selezione dei prodotti dei migliori brand del settore raccolti e proposti in modo inedito.

“Writing. Design on your desk.”,

L’Emporio sarà il cuore pulsante della manifestazione, una rassegna degli oggetti, delle idee, delle innovazioni più interessanti dello stationery design. È altresì una piattaforma commerciale e una selezione ragionata e attenta del settore: specchio del meglio del panorama italiano e internazionale dei prodotti da scrivania. Agorà è invece il contenitore pensato per ospitare gli incontri e i confronti sui temi del design e della creatività.

Tra gli attori dell’evento: Andrea Braccaloni e Bruno Genovese, di Leftloft; Roberto Maria Clemente, di Bellissimo and the Beast; Francesco Franchi, art director di IL, de Il Sole 24 ore; David Moretti, art director di Wired Italia; Sergio Menichelli di Studio FM.

Ma che cos’è inoltre Writing. Design on your desk? È un Portfolio parade: le mattine del sabato e domenica saranno dedicate a facilitare l’incontro tra i protagonisti del Graphic design e le nuove leve della creatività. 10 Art Directors e Graphic Designers saranno a disposizione su appuntamento per valutare i portfolio dei ragazzi e  consigliare loro percorsi di sviluppo professionale.  Una sintesi di Workshop: venerdì sulle tecniche di legatoria artigianale; sabato sugli oggetti archetipici in carta; domenica sulla tecnica tipografica. I Workshop sono aperti a l pubblico e gratuiti.

È un festival: Micro, ovvero un momento dedicato all’editoria indipendente impegnata negli ambiti della grafica, della fotografia e dell’illustrazione. Ed infine è Area Kids: a cura del Museo delle cose da niente. Durante la tre giorni di Writing i bambini dai 5 ai 12 anni parteciperanno ai workshop “Racconti dalla scrivania” in cui si giocherà a dare voce e forma alle agli oggetti da niente.

Categorie: Design.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: