272 colpi, 12 sotto par, un rush finale di 4 birdie in 5 buche. Questi i numeri di una vittoria straordinaria, di un atleta straordinario: Edoardo Molinari – testimonial Rudy Project – che regala all’Italia del golf una fantastica vittoria al Barclays Scottish Open di Loch Lomond (Glasgow).

A 29 anni, Molinari conquista dunque il suo primo torneo nel circuito europeo EPGA, e lo fa alla grande, credendoci fino in fondo e lottando come un leone contro avversari top ranking del golf mondiale. Il risultato è un primo posto meritatissimo e spettacolare, che ha visto l’atleta piemontese prevalere sul fuoriclasse Darren Clarke, secondo a tre colpi di distanza, su Raphael Jacquelin e sul Fratello Francesco Molinari, ottimo quarto.
Con questa vittoria, ottenuta su quello che molti definiscono uno dei campi più belli e difficili del mondo, Edoardo Molinari scala il ranking mondiale fino a raggiungere il 19esimo posto e pone per la prima volta la sua firma su una tappa del più importante circuito professionistico europeo.
Un risultato importantissimo, che Molinari ha ottenuto grazie alle sue doti di precisione, concentrazione e carattere. Un risultato per il quale il campione ha scelto, ancora una volta, la qualità e le performance degli occhiali Rudy Project, indossando un modello realizzato in esclusiva per lui: Genetyk Racing Pro.
Design filante, lenti a mascherina dalla forma avvolgente e tecnologia d’avanguardia sono le caratteristiche vincenti di questo occhiale dal DNA agonistico, compagno perfetto per raggiungere i trofei più ambiti. Genetyk Racing Pro porta con sé i risultati di venticinque anni di incessante ricerca in campo ottico con l’obiettivo di proteggere gli occhi dai raggi solari e dagli agenti atmosferici favorendo la concentrazione durante le performance sportive.
Entusiasta della vittoria di Molinari è Cristiano Barbazza, presidente di Rudy Project, che ha commentato: “Sono orgoglioso di avere nella nostra squadra un grande professionista dello sport mondiale. Ho seguito la poderosa crescita nel ranking mondiale di Edoardo e sono ancora convinto delle sue enormi potenzialità di atleta. Da diversi anni seguiamo da vicino il golf internazionale e sono entusiasta di aver trovato il perfetto ambasciatore per i nostri prodotti tecnici in questo affascinante sport».

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: