Il mondo di Bragia è luogo di contaminazioni stilistiche che lasciano spazio alla sperimentazione proponendo molteplici interpretazioni prive di continuità temporale.
I temi ispiratori della collezione primavera estate 2011 giocano ruoli diversi creando nuove connessioni culturali, del sofisticato ed elegante new look anni Cinquanta si sintetizzano forme ampie per gonne realizzate in leggeri plissè che degradano nelle sfumature dei toni marini: verdi e azzurri giocano con linee fluide e avvolgenti pannelli in crêpe de chine tie and dye.
Capispalla in plissè dalle strutture scheletriche in nastri di seta decorate da stampe con motivi orientali, tagli decisi per completi in pelle traforata ricordano le vesti dei soldati mercenari lanzichenecchi e scoprono delicatamente una donna dalla femminilità sussurrata, dalla personalità determinata in una compostezza fatta di mix and match di grintosi dettagli d’ispirazione biker e rocker.
Abiti dalle innumerevoli variazioni sul tema, asimmetrici sbiechi sovrapposti seguono la figura lasciando intravedere culotte e tutine aderenti che ricordano caste guêpière anni Venti e segnano la sinuosità delle forme appena rivelate.
Stampe dalle sinuose carpe ricamate in lattice vetrificato galleggiano spensierate in acque increspate e cieli polverosi dalle nuances soffuse di toni pastello che si alternano a quelle più brillanti e definite di colori compatti, puri, magnetici al primo sguardo che culminano in un rosso poroso, cerebrale, costante segno distintivo di Bragia.

Categorie: Abbigliamento Donna.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: