Il lungo nome chilometrico, fa subito pensare ad origini nobiliari. Maria Antonia Giuseppa Giovanna d’Asburgo Lorena, meglio conosciuta come Maria Antonietta, è una delle figure principali dell’ultimo millennio.

Capricciosa, ribelle e amante del lusso, è un’icona senza tempo, fonte d’ispirazione per molti stilisti e case di moda a livello internazionale. I suoi segreti di bellezza riecheggiano tutt’oggi, ed il suo stile è continuamente rivisitato, come nel caso dei tre modelli presentati.

Bianco e bordeaux, i colori più utilizzati dalla regina, sono stati rispolverati da Alexander McQueen per un abito scultura d’alta classe. Un intreccio superiore in raso lucido, accostato alla purezza e alla semplicità della lunga gonna bianca, con dettagli preziosi richiamanti astratte spirali su vita alta, in un’eleganza senza tempo.

Givenchy replica in forma assolutamente personale e in stile moderno, con un abito dal girocollo spesso, a metà tra una collana vistosa e un’antica gorgiera. Bianco puro, fra trasparenze e doppi ricami, ricordanti pesanti tessuti broccati e tendaggi delle lussuose tenute francesi.

Alexander McQueen, la rievoca infine, con un abito palesemente d’altri tempi. Stretto in vita con pizzi in rilievo per tutta la lunghezza del corpetto ed ampio nella parte inferiore. Il collo aderente è alto, sfocia in una gongiera a sbuffo bianca e richiama le maniche a palloncino che scoprono le spalle, tra sogno e favola moderna.

Nancy Malfa

Categorie: Costume e società Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: