Il mare fa bene, lo dicevano anche le nostre nonne: ora vi diciamo perché.

Andare al mare rappresenta, dal punto di vista biologico, una benefica rivoluzione. Nuotare nell’acqua piena di Sali minerali e respirare l’aria di mare, che contiene questi Sali minerali dispersi in  finissime goccioline, ha un effetto rigenerante sul nostro corpo.

Queste proprietà sono note fin dai tempi antichi, ma solo adesso, la scienza ha saputo dare una spiegazione.
La bioclimatologia infatti, è la scienza che studia la relazione tra ambienti ed esseri viventi. Nel caso dell’ambiente marino, questa branca della scienza  ci spiega tutti i suoi benefici.
Il mare possiede caratteristiche uniche legate alla presenza di acqua salata. Il mare è salato, perché vi sono sciolti vari Sali minerali: cloruro di sodio, solfato di magnesio e cloruro di magnesio, ecc ecc. Ma ci sono anche elementi chimici come lo iodio e il bromo.
Tutti queste sostanze agiscono sia a contatto con la nostra pelle quando facciamo il bagno, sia quando ne respiriamo le particelle.

IL BAGNO:
Il bagno in mare ha una azione stimolante, sia sul sistema circolatorio che su i muscoli, ma anche a livello disinfettante e depurativo.

ARIA DI MARE:
Lo iodio presente nell’aria di amre, stimola la funzione della tiroide, la ghiandola che regola la maggior parte delle funzioni del nostro corpo.

LUCE SOLARE:
Stimola la produzione di vitamina D, che fortifica le ossa e migliora l’umore. La luce del sole infatti, è un antidepressivo naturale che regola la produzione di serotonina.

Per queste e per tante altre ragioni, vi consigliamo di stare la mare il più possibile.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Benessere donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: