Diciamo la verità, a noi donne lusinga essere corteggiate, ma a volte ci troviamo di fronte a dei timidi cronici, avete presente la categoria, no?
Quelli che hanno paura a fare il primo passo… e allora agire diventa fondamentale, soprattutto se il “lui” in questione ci piace veramente tanto.
Ma come fare a corteggiarlo senza perdere la nostra femminilità?
Ecco qualche consiglio:
1. Evitate di fare le simpatiche a tutti i costi. Non fraintendete, all’uomo piace la donna con senso dell’umorismo, ma questo deve essere spontaneo, non forzato. E soprattutto, non fate le “amicone”, l’uomo cerca una donna che gli faccia ribollire il sangue.

2. Non fate troppo le saputelle. Parlare di filosofia ad un primo appuntamento, si può fare solo se un secondo dopo riuscite a parlare di un argomento più leggero, sapendo legare le due cose.

3. Il consiglio più banale, ma il meno rispettato: non concedetevi subito. Fatevi desiderare, gli uomini adorano conquistarsi qualcosa di difficile

4. Non svelare subito i propri sentimenti. Se in guerra e in amor tutto è concesso, l’arte del nascondersi e “mentire” vede nel corteggiamento la propria linfa vitale. Scoprire fin da subito la propria anima e rivelare immediatamente i propri sentimenti, sono comportamenti che fanno scemare nel giro di poco tempo l’interesse del maschio. Non per niente, in amor vince chi fugge.

5. Non fate troppo le alternative, alla fine aveva ragione la Pausini: ce l’avete come tutte!
Di Raffaella Ponzo

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: