L’estate ci regala momenti magici, serate all’insegna del divertimento e leggerezza. Un viso dorato ed un’abbronzatura da favola, ma i lati negativi non tardano ad arrivare.

Concluse le vacanze, il mese di settembre è in agguato con le ultime giornate di mare e le prime frescure climatiche. Tra gli aspetti meno piacevoli troviamo: capelli sfibrati, secchi e rovinati dalla salsedine e dal sole. Lo splendore risulta più scadente e appaiono opachi, decisamente danneggiati. La mossa migliore è quella di idratare e proteggere la chioma preventivamente, con filtri Uv e olii creati appositamente.

Se il capello risulta rovinato in parte, bastano semplici formule riequilibranti. Gli impacchi formati da oli naturali, come quello di cocco, di mandorle dolci e di jojoba, sono essenziali per ripristinare un aspetto sano; 3-4 sedute a settimana dovrebbero bastare.

Olio d’Argan e ai semi di lino, sono adatti per la secchezza capillare; possono essere utilizzate sia come pre-shampo della durata di 1 o 2 ore, oppure un pizzico sui capelli asciutti per rinforzarne gli effetti. Per i casi più disperati invece, si puo’ ricorrere alla cheratina con ovvie mani esperte del parrucchiere, oppure al classico metodo, con un bel taglio netto alle punte!

Nancy Malfa

Categorie: Bellezza Tag: , , , , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: