E’ possibile diventare più belle dormendo? Basta seguire con metodo e costanza qualche piccolo suggerimento. Al risveglio non ci troveremo certo con i connotati cambiati, ma sicuramente la pelle del viso sarà più trasparente, liscia e luminosa.

Di giorno la pelle del viso è messa a dura prova da sole, inquinamento urbano e make-up più o meno pesanti. Approfittiamo del riposo notturno per dedicarle una full-immersion di coccole e benessere.

Pulizia
Il fatto di non essere truccate o di essere troppo stanche non è una scusa per andare a letto senza lavarsi prima il viso con un detergente specifico. E’ importante rimuovere gli strati oleosi che la pelle produce naturalmente di giorno e i residui di smog che si depositano; se non lo facciamo ostacoliamo il turn-over cellulare e la pelle diventa asfittica, ad alto rischio di comedoni e rughe precoci.

Coccole extra
Specialmente dopo settimane di esposizione ai raggi del sole, una volta rientrate in città è importante accelerare il turnover cellulare per rigenerare a fondo il derma. Dopo la pulizia serale e il tonico, usate una crema a base di retinolo, sostanza molto efficace per il ricambio delle cellule, da usare rigorosamente di notte e solo se la pelle non è troppo sensibile. Il retinolo infatti potrebbe essere troppo aggressivo per le pelli più delicate, quindi o si sceglie una concentrazione blanda e si inizia a piccole dosi, oppure meglio optare per ingredienti come burro di karitè e ceramidi.

Attenzione all’ambiente
Temperatura e tasso di umidità ottimali sono valori da tenere sotto controllo specialmente se avete la pelle secca o sensibile. La temperatura ideale si aggira attorno ai 19° mentre l’umidità deve essere stabile al 50% o 60%.
Le lucine spia di televisori, radiosveglie o cellulari disturbano il riposo notturno, in particolare le fonti di luce azzurrine hanno la capacità di inibire la produzione di melatonina, ostacolando il sonno.

Anche il cuscino deve essere appropriato; avete gli occhi gonfi o piccole borse al vostro risveglio? Provate ad alzare il cuscino, la posizione più alta di collo e testa aiuta il sangue a defluire meglio, scongiurando il gonfiore.  E a proposito di cuscino e lenzuola, scegliamoli in tessuti naturali come il cotone o, meglio ancora, la seta. Quest’ultima esercita meno attrito su pelle e capelli: meno sfregamento significa meno crespo in testa e meno grinze sul viso al risveglio.

Categorie: Bellezza Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: