La fine di un amore è sempre dolorosa. Sia per gli adolescenti, che devono destreggiarsi tra il dolore per la rottura con il loro boy friend, sia per gli adulti, nell’affrontare la fine di una relazione importante.

Ecco qualche consiglio per reagire in modo ZEN, perché come diceva la bella Rossella in Via col vento: “Domani è un altro giorno”.

1. NERVI SALDI: Mentre il nostro Lui ci sta lasciando, cerchiamo di non piangere, ma soprattutto, non facciamo scenate. E’ difficile, ma se ci mettiamo a fare la classica “scena madre”, potrebbe pensare di aver preso la decisione giusta. Anzi, abbracciamolo, augurandogli buona fortuna. Non creiamo quello che i buddisti chiamano Karma negativo. Voltiamoci e andiamo per la vostra strada. Ricordiamoci sempre che è lui che ci perde, non certo noi.

2. LIBERIAMO LE EMOZIONI: Certo, appena arrivate a casa, ci spetta un bel pianto catartico. Alziamo il volume della musica al massimo e sfoghiamoci, buttiamo fuori tutto il nostro dolore e la nostra rabbia.

3. CERCHIAMO UN’AMICA CHE SAPPIA ASCOLTARE: Il giorno dopo, o appena saremo più calme, andiamo dalla nostra migliore amica e sfoghiamoci anche con lei. Sicuramente parlando, si riuscirà a trovare anche il lato comico della storia e ci ritroveremo a ridere e piangere insieme.

4. LA SCATOLA MAGICA: In casa ci saranno sicuramente oggetti che ci ricordano il nostro ex, oppure che lui ci ha regalato. E poi i bigliettini, gli scontrini, i biglietti dei concerti, dell’aereo, del treno… Insomma, delle tante cose fatte insieme. Ecco, se non ce la sentiamo di buttarle, perché in ogni caso hanno fatto parte della nostra vita, mettiamole in una scatola. Una scatola magica, la scatola del tempo perduto, la scatola dei ricordi. Quei momenti passati che come il vino, migliorano dopo qualche anno.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Curiosità Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: