Ci aveva visto giusto Madonna quando nel 2012 per la sua performance al Super Bowl scelse l’allora semi sconosciuto Fausto Puglisi come designer. Nel poco tempo che è passato, Puglisi è diventato uno stilista acclamato e di successo.

Alla Milano Fashion Week ha fatto sfilare una sintesi delle sue maggiori fonti di ispirazione: la Roma antica, gli anni ’60 di Courreges e la scena punk, il tutto con reminiscenze che ricordano Gianni Versace, di cui Puglisi è un devoto estimatore.

Fausto Puglisi - ss 2015 - milano moda donna
Il risultato? Gonne alla gladiatrice mescolate a salopettes che hanno condiviso la passerella con felpe bucate e abiti traforati. A dominare su tutto il chiodo in pelle, declinato in varianti che partono dal dorato fino al black&white di pelle e un cotone trattato appositamente per creare l’effetto ‘a brandelli’, decisamente audace e di grande effetto.

Fausto Puglisi conferma il suo grande senso grafico con geometrie e tagli sartoriali che sono stati l’elemento chiave dello show; i colori dominanti sono il bianco e il nero, ravvivati da arancione, oro e giallo neon. L’energia della collezione si percepisce e racconta una donna moderna ed energica che cavalca l’onda della moda, non la subisce.
Foto via CameraModa

Categorie: Sfilate, Sfilate Donna, Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2015 Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: