Facciamocene una ragione, il bel George non è più single. Ma vediamo come è andato il suo (quasi) matrimonio.
Chissà se George e Amal sanno che in Italia cambiare nome alle barche non porta bene? Il loro taxista di fiducia, Ciccio, ha pensato di trasformare il motoscafo “Confusione” in “Amore”, un nome più appropriato per la bella coppia. Insomma, una vera e propria love boat quella che, proprio ieri, ha traghettato i due quasi sposi, belli e raggianti, per celebrare il giorno delle loro promesse d’amore.

Lui in una elegante giacca chiara e occhiali scuri, lei con i capelli sciolti, pettinati dal  vento e un vestito a righe, hanno percorso il Canal Grande, fino all’hotel Cipriani. In barca con loro, il testimone dello sposo, il marito di Cindy Crawford, Rande Gerber.
Ma le nozze vere e proprie devono ancora arrivare. Dopo la cerimonia di ieri a Palazzo Papadopoli, l’edificio con affaccio sul Canal Grande che occupa l’Hotel Aman, che però non ha valenza giuridica, per domani è previsto il rito civile, il giorno del sì vero e proprio. La cerimonia si terrà nella sala Stucchi di Cà Farsetti, sede del Comune di Venezia. A officiare la cerimonia, com’è ormai noto, sarà Walter Veltroni, amico dal 2007 dello sposo, con cui condivide l’impegno per l’Africa. Ma per tutte noi, ieri alle ore 20, lo star system ha perso uno scapolo d’oro e l’uomo più desiderato del pianeta.

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: