Una bella pelle è frutto di un corpo che funziona bene, che sta eliminando i rifiuti in modo efficiente, digerisce il cibo e trasporta correttamente le sostanze nutritive in tutto il corpo. Per mantenere la salute e la bellezza della nostra pelle al meglio, possiamo non solo migliorare la nostra salute generale ma anche la nostra autostima e la nostra felicità.

La pelle è il più grande organo del corpo, ci protegge da batteri invasori e ci aiuta a regolare la temperatura corporea. Essa è costituita da tre strati – lo strato esterno, l’epidermide; lo strato intermedio, il derma; e sotto, lo strato sottocutaneo.

Nuove cellule della pelle si formano nella parte inferiore dell’epidermide e si muovono gradualmente verso l’esterno, fino a raggiungere lo strato superiore sostituendo così le cellule morte. Questo viaggio dura circa quattro settimane, il che significa che con i giusti accorgimenti si può avere una pelle migliore in un mese.

Ecco perciò le 7 abitudini per una pelle splendida, validi consigli anche per eliminare la forfora, migliorare gli sbalzi d’umore e i livelli d’energia.

1. ALIMENTI VERDI E ALCALINIZZANTI
Un passo essenziale per una bella pelle comporta è la scelta di mangiare più frutta e verdure, e soprattutto più cibi verdi, per aiutare la nostra flora intestinale e inoltre bere bevande che hanno un effetto alcalinizzante sul corpo, evitando i cibi acidificanti.
Ci sono molti tipi di cibi che producono acido, che il corpo prova continuamente a contrastare perché l’acido può diventare un veleno. I peggiori cibiacidificanti sono l’aceto (tranne che per l’aceto di sidro di mele), le bevande alcoliche, la margarina, la carne di maiale e il manzo, ma anche il salmone e lo sgombro.
Ahimè, anche il caffè e il tè nero, i formaggi gialli, i ceci, lo zucchero bianco e prodotti di farina bianca.
Ovviamente, non è necessario evitare completamente questi alimenti per essere sani. Ma ciò che è importante è moderarne il consumo, con non più di tre porzioni al giorno. Per esempio due bicchieri di alcol, o un caffè, o del salmone per la cena.
Alimenti alcalinizzanti sono invece gli spinaci, i peperoni, le zucchine, i broccoli, le carote, i cetrioli, i cavoli e le patate dolci – e sorprendentemente – anche il limone perché anche se la frutta è acida, in realtà è alcalinizzante nel sangue). Con meno effetto alcalinizzante sono l’avocado, gli asparagi, l’aglio, le cipolle, i ravanelli e pomodori crudi.

2. MANGIARE CIBI IDRATANTI
Alcuni grassi sono idratanti per la pelle – che si idratano dall’interno verso l’esterno. I grassi buoni sono EPA, DHA e omega-3 (tutti trovati in pesci oleosi e semi di lino).
Omega-3 è ottimo per la pelle. E ‘abbondante in pesci di acqua fredda come sardine, trota e aringa e anche se sono acidi, il salmone e lo sgombro. Omega-3 si trova anche in semi di lino, noci e verdure verdi.
Omega-6, che si trova anche nei semi di lino, noci e verdure a foglia verde, nonché uova e pesce, converte l’acido eicosapentaenoico (EPA), che riduce l’infiammazione e migliora l’umidità della pelle. Inoltre aiuta a normalizzare la pressione sanguigna, aiuta con la salute cardiovascolare e può ridurre il rischio di alcuni tumori.
Se avete la pelle secca, psoriasi, rosacea, forfora o invecchiamento prematuro assumere un integratore di omega-3 olio di pesce (o olio di semi di lino, se siete vegetariani), oltre a mangiare pesce azzurro due o tre volte a settimana, vi aiuterà molto.
I grassi saturi in prodotti lattiero – caseari, carne e cibi fritti possono causare infiammazioni, pelle secca e l’invecchiamento precoce. Essi possono anche aumentare il rischio di malattie cardiache, asma, eczema e l’acne. Limitare il consumo, e aumentare la quantità di alimenti che aiutano a proteggere dagli effetti dannosi di questi grassi, tra cui cipolle, lo zenzero, la curcuma, il vino rosso (che contiene flavonoidi), vitamina E e selenio.

3. MANGIARE MENO
La melatonina è un ormone rilasciato durante il sonno. Ha un effetto antiossidante che aiuta a proteggere contro i danni del DNA, ma con l’età, la capacità del corpo di produrre la melatonina precipita. Quando il corpo non ne produce abbastanza, è possibile avere difficoltà ad addormentarsi e di svegliarsi dopo otto ore avendo ancora sonnolenza.
Tuttavia, uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology hanno mostrato come i livelli di melatonina possono essere equilibrati attraverso la dieta. Gli scienziati hanno condotto uno studio di 12 anni su un gruppo di scimmie, dimostrando che la restrizione calorica non solo migliora la produzione di melatonina, ma riduce il grasso corporeo, abbassa i livelli di glucosio nel sangue e ritardi e riduce notevolmente i problemi legati all’età e il rischio di alcuni tumori.

4. MENO SNACK E PIÙ SPUNTINI SANI
Assicuriamoci di includere la giusta dose di proteine nei due pasti principali. Assumere un massimo di due porzioni di carne rossa a settimana, tra cui l’agnello magro, carne di manzo e fegato organica, e un massimo di due porzioni di carne bianca a settimana, come il pollo senza pelle. Importante mangiare fino a tre porzioni di pesce a settimana. Ottimi snack per la pelle sono mela e mendorle. Molto dannoso è invece il digiuno, un male per la pelle, quindi mai saltare un pasto.

5. IGIENE E ROUTINE DELLA PELLE
Molti prodotti per la pelle contengono ingredienti che molti studi scientifici hanno ritenuto dannosi per la nostra pelle. Come il Sodium Lauryl Sulfate (SLS), che troviamo in detergenti per capelli e creme, esso penetra nella pelle e danneggia la sua funzione di barriera protettiva. La formaldeide può irritare la pelle e innescare reazioni allergiche come eruzioni cutanee e palpitazioni cardiache. Da evitare i parabeni DEA e MEA possono causare irritazioni della pelle e della bocca.

6. DORMIRE CI FA BELLI
Durante il sonno il corpo rilascia una serie di ormoni che controllano le funzioni importanti nel nostro corpo. Uno dei più importante è la melatonina. La luce sopprime il rilascio di melatonina, invece il buio lo stimola, così dormire in una stanza buia aumenta le possibilità di produzione ottimale di melatonina.
Non si tratta solo di sonno notturno – si deve iniziare la giornata nel modo giusto. Per esempio prendere una dose di sole al mattino. Scegliamo un orario di sveglia manteniamolo (anche dopo una serata fuori) Questo aiuta a reimpostare l’orologio del corpo e aumentare i livelli di vitamina D così si hanno maggiori probabilità di alzarsi.
Gli alimenti che favoriscono un sonno più riposante sono quelli che contengono triptofano, un aminoacido che l’organismo utilizza per rendere serotonina e melatonina, ormoni soporifera. Alimenti ricchi di triptofano sono il latte, ricotta e yogurt, ma anche frutti di mare, tacchino, cereali integrali, riso integrale, fagioli, lenticchie, uova, nocciole e semi di girasole.

7. IL SOLE FONTE DI BENESSERE
La luce solare è essenziale per la salute. È necessario disporre di piccola esposizione su base regolare così la pelle può produrre una forma di vitamina D. Un esposizione minima agli UV di dieci minuti è gia sufficiente.
I raggi UV possono anche penetrare attraverso le finestre, il parabrezza e l’abbigliamento leggero. Indossiamo indumenti protettivi come il cappello, così da proteggerci e usufruire dell’effetto positivo del sole!!!

di Claudia Tirendi

Categorie: Bellezza.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: