Ormai le app sono entrate a far parte della nostra quotidianità: da quelle per il fotoritocco, a quelle per la messaggistica istantanea, a quelle per creare favolose ricette, fino a quelle per monitorare la propria attività sportiva.
Resta solo l’imbarazzo della scelta.

Spruce però ha una marcia in più. Con questa applicazione, è possibile curare l’acne con pochi e semplici clic.
Come? Per prima cosa, ci si fa una foto a viso pulito, in modo da immortalare la situazione attuale della pelle (meglio scattare più foto, per visualizzare piu’ correttamente le varie prospettive del volto).
Successivamente si risponde a qualche domanda sulla propria salute e sulle caratteristiche dell’acne.

Beauty - problemi di acne

Dopo aver inviato il tutto, bisogna mettere il cuore in pace ed aspettare circa 24 ore.
In questo arco di tempo, un dermatologo, dopo aver preso in esame il caso, darà un consiglio personalizzato per la cura piu’ adatta all’acne, con tanto di indicazioni sui vari trattamenti da seguire e le creme o soluzioni specifiche da utilizzare per il trattamento.

L’app ha un costo di 40 dollari. Certo, non poco per una app, ma se pensiamo alle tariffe dei dermatologi, è sicuramente un ottimo affare. Non dimentichiamo poi che l’app è certificata, quindi i consulti dermatologici sono sicuri, rilasciati da professionisti seri e con comprovata esperienza.

Dal momento del suo esordio, Spruce ha riscosso un enorme successo, specie tra i giovanissimi. L’applicazione per ora non è disponibile in Italia, ma solo a New York, in Pennsylvania, in California e in Florida. Visto il successo, Spruce non tarderà di certo ad arrivare in territorio nazionale. In America sembra che l’applicazione stia diventando addirittura più popolare della simile STD-diagnosi, arrivata sul mercato alcuni mesi fa.

Incrociamo le dita allora, e speriamo di poterci collegare quanto prima.

Categorie: Bellezza Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: