Il famoso detto “Chi bella vuole apparire un po’ deve soffrire”, è utilizzato ormai all’ordine del giorno, vestiti che comprimono, tacchi da equilibrista ed acconciature che fanno venire il mal di testa.

Fin quando si ha a che fare con la scomodità, si puo’ anche chiudere un occhio, ma quando i capi fanno davvero male alla salute?

Secondo una ricerca britannica l’80% delle attuali tendenze, risultano essere nocive a lungo andare. L’inverno sta per arrivare e molte donne non vogliono rinunciare a scoprire le gambe, ma a quanto pare collant troppo stretti possono alterare la circolazione sanguigna. Skinny jeans, leggins e i classici abiti a tubino, sono colpevoli di fasciare il corpo impedendogli movimenti naturali.

Che dire delle attuali maxi-bag ? Beh, attenzione a cosa mettete in borsa, evitate cianfrusaglie inutili perchè questo modello in versione big, aumenterebbe scompensi d’equilibrio e mal di schiena. Niente cappelli, se sagomati provocherebbero mal di testa cronici.

Come non citare i tacchi? Sappiamo bene che fanno male alla postura se superano un tot di centimetri. Ma anche l‘opposto è ampiamente sconsigliato, parliamo ovviamente delle ballerine, che non hanno un supporto adeguato per l’anatomia del piede. Occhio anche ai gioielli vistosi e pesanti!

Nancy Malfa

Categorie: Curiosità Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: