Un routine di bellezza sbagliata, lo stress che prende il sopravvento o anche gli sbalzi ormonali ed il freddo, possono intaccare la bellezza della nostra pelle. Ecco tre problemi molto diffusi tra le donne e qualche utile suggerimento per combatterli.

Capillari fragili – cosa sono?
Si trovano più comunemente su viso e gambe, sono sottili capillari che scorrono sottopelle caratterizzati da un antiestetico colore che va dal rosso al viola.

Che cosa li provoca?
La fragilità capillare può dipendere da alterazioni ormonali, esposizione al sole, grossi sbalzi di temperatura o da una dieta povera di frutta e vegetali. Si verifica quando c’è un assottigliamento dello strato di collagene, i capillari salgono in superficie e diventano visibili, oppure a causa di un’alterazione a livello del microcircolo che fa ingrossare queste sottilissime vene e le rende evidenti. Per quanto riguarda le gambe, invece, si verificano quando le incrociamo, da seduti, per lungo tempo, un’abitudine che mette i capillari sotto pressione fino a provocare piccoli versamenti o ingrossamenti. Anche stare in piedi per lunghi periodi stressa i capillari delle gambe.

Rimedi
Assicuratevi di essere ben idratati poiché la ritenzione idrica da disidratazione può sviluppare la fragilità capillare. Ma soprattutto fate il pieno di frutti di bosco, ciliegie, uva nera, prugne viola, tè verde e tanta vitamina C con spremute di succo di limone. Tutti alimenti che rafforzano le pareti dei capillari in modo davvero sensibile. Questo è il classico inestetismo che si combatte efficacemente modificando lo stile di vita a tavola, evitando brutte abitudini come il fumo e facendo un minimo di attività fisica.

Acne – cosa è?
L’acne è un’infiammazione delle ghiandole sebacee, una sgradevole condizione dermatologica che provoca brufoli rossi, comedoni e anche cisti superficiali.

Cosa la provoca?
Dipende tutto dalle nostre ghiandole sebacee, anzi più correttamente ‘pilosebacee’ perché preposte a far nascere i sottilissimi peli che ci ritroviamo su tutto il viso. Queste ghiandole producono anche il sebo che mantiene la pelle morbida ed elastica, il problema acne arriva quando producono sebo in eccesso: i pori si occludono e nascono gli odiati brufoli. I maggiori responsabili di questi malfunzionamenti delle ghiandole pilosebacee sono le alterazioni ormonali che portano ad una iper produzione di sebo.

Rimedi
A tavola evitiamo il sale e i cibi industrialmente lavorati. Privilegiamo alimenti come il pesce azzurro, noci, frutta, verdura e prodotti integrali. Pulire la pelle con prodotti delicati e non usare quelli che contengono minerali, potrebbero bloccare i nostri pori. Integriamoci con multivitaminici a base di vitamina A, selenio e zinco, particolarmente utili se la nostra acne e collegata al ciclo mestruale. In generale gli Omega 3 aiutano molto a sfiammare ed attenuare il rossore generalmente associato ai brufoli dell’acne.

Categorie: Bellezza Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: