Giovedì 27 Novembre, a Roma, presso l’università Roma Tre, alla facoltà di Lettere e Filosofia, si terrà l’evento durante il quale Tribuna Italia, magazine online gestito interamente da ragazzi, presenterà l’accordo con l’agenzia stampa nazionale Dire.

La presentazione inizierà alle 17 ed i giovani giornalisti occuperanno l’Aula Magna della facoltà per alcune ore, tempo che servirà anche a presentare alcuni cambiamenti della testata giornalistica, tra cui il restyling del logo, e per esporre alcuni concetti a cui oggi, forse, non è dato abbastanza spazio: il ricambio generazionale, la dimostrazione che una testata giornalistica può essere gestita da ragazzi al di sotto dei trent’anni e la fiducia nel creare qualcosa in Italia, mentre molti coetanei oggi preferiscono prendere la strada per altri Paesi.

In questa ottica, l’accordo tra l’agenzia Dire e la testata assume un enorme valore per la fiducia che dei ragazzi così giovani hanno saputo guadagnarsi. Dopotutto, la Dire è una delle prime agenzie di stampa nazionali fin al 1988, le cui notizie arrivano nelle redazioni dei principali quotidiani e tv nazionali, oltre che essere utilizzate dalle principali istituzioni. La forte penetrazione nei territori di Lazio ed Emilia Romagna è in linea con i criteri di Tribuna Italia, i cui giovani reporter si occupano di cronaca ed eventi per la maggior parte relativi alla città di Roma, perché è lì che studiano e lavorano.

Non tutto è perduto, dunque, per i giovani italiani: in alcuni casi si può restare nel proprio Paese e cercare, nonostante la situazione che potrebbe sembrar persa in partenza, di costruire qualcosa.

Di Silvia Macchioni

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: