Catturare e domare la corsa del tempo è l’obiettivo quotidiano di chi fabbrica orologi.  L’interpretazione che Bulgari dà a questa missione rappresenta una somma di valori che la Casa coltiva fin dalle sue origini: tecnicismo, originalità, raffinatezza, creatività, poesia… Tutte queste qualità formano una perfetta sintesi nelle due creazioni che vengono a inserirsi nella Collezione Daniel Roth di Bulgari: i modelli Grande Lune e Papillon.

Le indicazioni astronomiche e cronografiche sono ormai consuete, nel panorama dell’orologeria contemporanea. I due modelli Bulgari Grande Lune e Bulgari Chronographe Papillon confermano e correggono al tempo stesso questa affermazione, come dimostra l’alto livello di sofisticazione e di creatività raggiunto dai loro meccanismi e dall’indicazione delle funzioni sul quadrante. L’elegante cassa di forma ellittica rappresenta la vera e propria firma distintiva della Collezione Daniel Roth di Bulgari.

Bulgari Grande Lune
Il modello Bulgari Grande Lune interpreta con grande maestria la corsa dell’astro, nella versione più elaborata creata dall’orologeria. Stiamo parlando della Luna astronomica, che non ha niente a che vedere con la tradizionale indicazione delle fasi lunari.

La durata della lunazione reale è di 29 giorni, 12 ore, 44 minuti e 2.8 secondi: è una misura estremamente precisa, che gli orologiai hanno tentato di riprodurre in termini meccanici con la massima esattezza possibile.

Nella grande maggioranza dei casi la traduzione micromeccanica delle fasi lunari è costituita di norma da due elementi mobili complementari: il primo compie una rotazione completa in 24 ore, mentre il disco della luna ha 59 denti e indica la durata della lunazione in 29 giorni e 12 ore. Rispetto all’orbita lunare reale, la differenza temporale espressa da questo doppio dispositivo è quindi di 44 minuti e 2.8 secondi al mese. Dopo 32 mesi esatti lo scarto rispetto all’indicazione astrale è di 1 giorno, perciò occorre effettuare una correzione manuale.

Una correzione ogni 125 anni
Invece nel caso della Luna astronomica, meglio nota tra gli intenditori come Luna di precisione, la struttura del movimento si distingue dalla precedente (meno precisa) grazie all’aggiunta al primo elemento mobile di una stella a 7 denti e di un disco della luna provvisto di 135 denti. Mentre il primo elemento mobile compie una rotazione in 24 ore, la stella con 7 denti effettua una rotazione in 7 giorni, e il disco della luna indica una lunazione di 29 giorni, 12 ore e 45 minuti. Lo scarto in termini di precisione scende quindi a 57.2 secondi per lunazione. Dopo un  anno lo scarto ammonterà a 11 minuti e 26.4 secondi. Bisogna attendere oltre un secolo, e precisamente 125 anni, prima di dover correggere manualmente questo meccanismo di estrema precisione.

Collocato sulla volta celeste, l’astro lunare centrale, rivestito d’oro fine, si rivela attraverso un’apertura asimmetrica in cui compare l’originalissima indicazione dei secondi. Questa indicazione è data da una lancetta a tre bracci di diversa lunghezza, ognuno dei quali ruota su un proprio asse. I bracci coprono rispettivamente 3 segmenti di 20 secondi – una caratteristica distintiva della Collezione Roth di Bulgari. Sul quadrante la lancetta della data spicca su un contatore circolare graduato. È facile correggere le funzioni – ciclo lunare e data – mediante i due pulsanti correttori posti sul fianco dell’elegante cassa d’oro rosa di forma ellittica.

Provvede alle varie funzioni il Calibro DR 2300 dal generoso diametro di 15’’’, un movimento meccanico Frédéric Piguet a carica manuale tipo Lépine, completato da un modulo a complicazione  che rappresenta un’esclusività Daniel Roth. La lancetta dei secondi è collocata nell’asse dell’albero di carica. Eccezionali le finiture del movimento, interamente decorato a mano: una decorazione a perlage sulla piastra (platine) si alterna con la finitura a Côtes de Genève che decora i ponti smussati e levigati, con le teste delle viti anch’esse levigate.

Questo meccanismo di gran classe è racchiuso in una cassa ellittica semplice, d’oro rosa 18 carati, del diametro di 44 mm, impermeabile fino a 30 metri di profondità. Sull’elegante quadrante duoplan la lacca bianca fa contrasto con la superficie satinata trattata all’oro nero. Lancette e indici sono trattati all’oro rosa 18 carati. Il modello Grande Lune monta un cinturino in pelle di alligatore con un fermaglio ad ardiglione d’oro rosa.

Bulgari Chronographe Papillon
Il volto del Chronographe Papillon è inconfondibile, grazie alla maniera decisamente originale con cui assicura la misura dei tempi brevi. La disposizione inconsueta delle informazioni sul quadrante e la loro lettura gli danno un carattere e uno stile esclusivi, che lo differenziano radicalmente dai consueti cronografi.

Questo modello eccezionale ha la particolarità di misurare i minuti, al centro del quadrante, mediante un ingegnoso dispositivo meccanico collocato su un disco portante. Il disco compie una rotazione completa di 360° in 2 ore, e porta due lancette ruotanti e indipendenti in forma di losanga che corrono a turno lungo un segmento di 180 gradi, graduato da 00 a 60 minuti.

Una doppia lancetta estremamente originale
Mentre una delle lancette, che chiameremo A, è disposta sul segmento semicircolare e indica i minuti con la sua estremità, l’altra lancetta B resta ripiegata fin quando dura la corsa del disco.  Quando la lancetta A raggiunge il 55° minuto sul segmento indicatore, la lancetta B effettua progressivamente un quarto di giro collocandosi, parallelamente alla prima lancetta, sull’indicazione di 00 minuti. La lancetta A, non appena la corsa dei minuti riparte da zero, assume a sua volta progressivamente la posizione ripiegata per i 55 minuti successivi.

Questo meccanismo brevettato, complesso ed esclusivo, è chiamato Papillon ed è accoppiato con il disco delle ore a scatto, che compaiono nella finestrella situata all’altezza delle 12h. Sul quadrante a molteplici livelli, raffinatissimo, spiccano i due contatori cronografici graduati rispettivamente su 12 ore e su 30 minuti, posti all’altezza delle 11h e delle 13h. La lancetta cronografica centrale dei secondi si trova – soluzione non convenzionale – all’altezza delle 6h, una posizione che permette di conservare una perfetta visibilità della finestrella delle ore.

Ruota a colonne e innesto verticale

Le funzioni sono azionate dal Calibro DR2319 interamente manifatturato: è un movimento cronografico meccanico con ruota a colonne, innesto verticale e carica automatica firmato Frédéric Piguet. Lo completa un modulo a complicazione che costituisce un’esclusività Roth. Dotato di una riserva di carica di 38 ore, ha una frequenza di 21 600 alternanze/ora (3Hz).

Un meccanismo così sofisticato merita evidentemente finiture eccezionali, dove la decorazione a perlage della piastra e del ponte del cronografo si alterna con la decorazione a Côtes de Genève per il ponte del dispositivo automatico. Tutti i ponti sono smussati e levigati, e così pure le teste delle viti. Le parti in acciaio visibili sono satinate, smussate e levigate a loro volta.

Il tutto è racchiuso in una cassa d’oro rosa a doppia ellisse, leggermente incurvata e impermeabile fino a 30 metri di profondità. Il vetro zaffiro incurvato, che ha subito un trattamento antiriflessi su entrambi i lati, protegge il quadrante duoplan sul quale la lacca bianca si alterna con la superficie satinata trattata all’oro nero, contrassegno estetico ed esclusivo della Collezione Bulgari dotata dei Calibri Roth.
Il Chronographe Papillon monta un cinturino in pelle di alligatore con chiusura pieghevole d’oro rosa a triplice lamella.

Categorie: Orologi Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: