I tagli di capelli si fanno sempre più particolari e soprattutto quelli corti, sono divenuti delle vere e proprie opere d’arte.
Ma un taglio in particolare, sta spopolando sia tra i personaggi dello spettacolo, che tra le persone che fanno lavori più o meno “normali”: il pixie cut.
Ma cos’è il pixie cut? Allora, cominciamo con il dire che la prima a portare questo taglio, è stata Audrey Hepburn nel 1953 nel bellissimo film Vacanze Romane.
Ma anche  molte star contemporanee, stanno sfoggiando il pixie cut, come ad esempio Rihanna, Anne Hathaway e Emma Watson.

Insomma, come avrete capito, si tratta di quel taglio corto dietro la nuca, ma con una frangia più lunga e femminile, poi lo si pettina in molti modi spostando le ciocche e i ciuffi e tutto questo dipende molto dalla forma del viso.
E allora vediamo come adattarlo alle varie forme del viso:

VISO LUNGO: Quando si ha un viso lungo, il taglio non deve essere troppo aderente alla testa, ma più ‘leggero’, portato spettinato ai lati e sulla nuca.
VISO QUADRATO: Per il viso quadrata, il volume deve essere concentrato sulla parte alta della testam con ciocche che sfuggono dal taglio lateralmente”.
VISO TONDO: In questo caso bisogna creare delle geometrie, per esempio con una basetta grafica dall’allure retro. In più il taglio deve essere cortissimo lateralmente e in casi estremi anche rasato, così da ‘alzare’ lo zigomo e donare più volume al volto”.

Se però avete degli zigomi molto sporgenti o il mento accentuato, optate per un taglio più lungo, perché con il “pixie” questi difetti verranno messi più in risalto.
Di Raffaella Ponzo

Categorie: Bellezza Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: