Milano anni 50: una città piena di ottimismo ed energia dove moderne costruzioni si affiancano a solidi palazzi ottocenteschi. Una città “lineare”: guide e rotaie; impalcature e incroci; luci al neon che, intense ed intermittenti, illuminano i cartelloni pubblicitari nelle piazze. Una città di stile in cui uomini d’affari, impeccabilmente eleganti, incrociano giovani dalle giacche corte e pantaloni con risvolto.

Andrea Pompilio (Consulente Creativo Canali): “Milano in quegli anni era unica. Il mix perfetto tra la precisione del passato e una creatività esplosiva, un insieme di praticità e immaginazione all’insegna della tipica elegante allure italiana”.

La collezione Canali AI 15 parte da qui e costruisce un ponte immaginario tra tradizione e spirito contemporaneo, in cui sartorialità e materiali preziosi, da sempre segni distintivi del marchio, vengono declinati in nuove forme e proporzioni.

Le linee essenziali danno vita ad un’eleganza ben definita ed estremamente attuale con un’attenzione particolare al tempo libero. Pantaloni di lana sfiorano le caviglie con importanti risvolti di 8 cm mentre cappotti e giacche, in morbido cashmere, si distinguono per l’esclusiva lavorazione double che li rende estremamente leggeri e pregiati.

Le linee pervadono tutta la collezione formando motivi e fantasie diverse: singole per il classico gessato, pennellate sfumate per un effetto mélange o incrociate per creare quadri di varie dimensioni. Una palette monocromatica richiama le tonalità della città illuminata da accenni occasionali di blu petrolio e giallo Canali.

La passerella diventa l’evocazione astratta del concetto urbano, con modelli che sfilano incrociandosi tra vie e piazze illuminate da installazioni geometriche al neon. Allo stesso modo creatività e artigianalità si intrecciano nella nuova collezione accompagnando l’uomo Canali verso il prossimo inverno.

Categorie: Sfilate Moda Uomo Autunno/Inverno 15/16 Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: