Gucci ha ufficialmente messo la sua direzione creativa nelle mani di Alessandro Michele, che prenderà il posto di Frida Giannini direttore creativo del brand dal 2006.

Un annuncio che conferma le supposizioni fatte martedì scorso,dopo l’uscita in passerella del designer romano in occasione della sfilata milanese della collezione Uomo.
Alessandro Michele già responsabile degli accessori Gucci dal 2002, ha iniziato come designer di accessori a Fendi dopo aver studiato presso l’Accademia di Costume e di Moda di Roma.
Anche se la prima sfilata ufficiale di Michele come direttore creativo sarà la collezione Donna Autunno 2015 –in passerella a febbraio – era ben visibile il suo mood romantico, verso uno stile androgino nel menswear Autunno 2015 presentato a Milano il 19 Gennaio, una collezione che il team guidato da Michele ha preparato in una settimana.
Chissà se la forza di Gucci sta proprio nel promuovere i direttori creativi dall’interno e mantenerli con successo per lungo tempo. Si pensi a Tom Ford, che ha portato il marchio a una rinascita sublime, attraverso uno stile sensuale tra il 1994 e il 2004, poi sostituito non con uno, ma tre designer già presenti in azienda. Uno di loro era il predecessore di Michele, Frida Giannini, che ha trascorso quasi un decennio come direttore creativo prima dell’annuncio da parte della società della sua imminente partenza nel mese di Dicembre.

Adesso, non resta che aspettare Febbraio per conoscere la nuova prospettiva Gucci firmata Alessandro Michele.
( nell’immagine i dettagli di sfilate storiche di Gucci)

Di Claudia Tirendi

Categorie: Trade News.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: