E’ tardissimo, domani avete un incontro importante in ufficio, una giornata faticosa al lavoro, eppure il sonno, tanto agognato, tarda ad arrivare.
Girarsi e rigirarsi nel letto, cambiare posizione, accendere il tablet, sbirciare il telefono, aprire un libro…nulla, non riuscire comunque ad abbandonarsi tra le braccia di Morfeo…

Chi non ha mai sofferto di insonnia? Si tratta di un disturbo piuttosto comune e diffuso, che impedisce a chi ne patisce di addormentarsi, nonostante si abbia in realtà grande bisogno di dormire e riposare.

Come la si può combattere? Alcuni esperti hanno svelato dei trucchi grazie ai quali superare un attacco di insonnia non è impossibile e il sonno ristoratore è assicurato.ù

Il primo di questi stratagemmi consiste nel respirare esclusivamente attraverso la narice sinistra.
In che modo? Sdraiandosi sul fianco sinistro e chiudendo con un dito la narice destra. Come spiega Peter Smith, che si occupa di terapia del sonno, questo metodo serve a rilassarsi e a ridurre la pressione sanguigna. Con la narice sinistra bisognerà fare respiri profondi, lentamente, che agevoleranno l’arrivo del sonno.

La psicoterapista Julie Hirst, invece, punta sul cosiddetto “paradosso del sonno”, ovvero sul concentrare le proprie energie per cercare di restare svegli.
Sembra un controsenso, ma imporsi di rimanere desti porterà la mente a ribellarsi, poiché il cervello non è in grado di processare correttamente i comandi negativi, e dunque interpreterà quell’imposizione come il desiderio, in realtà, di voler dormire.

A volte può rivelarsi utile roteare gli occhi verso l’alto, dopo averli chiusi, per un paio di volte, visto che questo è il movimento che si compie in maniera naturale quando ci si addormenta e quindi si ha un naturale rilascio di melatonina.

Il sonno, poi, può essere favorito attraverso pressioni effettuate su punti strategici del corpo. Vanno premuti con fermezza, ma allo stesso tempo in modo gentile; uno dei punti nevralgici è lo spazio fra le due sopracciglia, dove comincia il naso: lì bisognerà fare pressioni con il pollice per circa una ventina di secondi, lasciare e ripetere l’operazione una seconda volta.
In alternativa si può premere sul punto che si trova fra l’alluce e l’indice del piede (destro o sinistro non fa differenza); entrambi favoriscono il rilassamento del corpo ed in questo modo sarà più semplice sconfiggere l’insonnia.

Non resta che fare una prova no? Buonanotte a tutti!

Categorie: Benessere donna Tag: , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: