Tra le tante novità della primavera estate 2015 in fatto di capelli, un posto importante è riservato al taglio shag, tornato alla ribalta insieme alle tendenze che vedono gli anni ’70 e ’80 primeggiare.

Infatti il taglio di capelli shag, nato alla fine degli anni ’60 e stato molto popolare proprio tra i ’70 e gli ’80, torna oggi di grande attualità come alternativa ai popolarissimi Bob, Wob e Lob. Si tratta di un taglio medio dall’anima punk-rock in cui le lunghezze sono molto scalate: più corte ai lati del viso e sulla sommità del capo, più lunghe sul retro.

Ai suoi tempi non era un taglio che passava inosservato, mentre quello in voga oggi rimane molto più soft e disinvolto. La scalatura continua ad essere evidente ma senza eccessi, dando risalto un po’ a tutto il taglio nell’insieme.

Ovviamente, sono tante le star che hanno deciso di puntare ad un taglio di capelli shag per questa stagione. Da Taylor Swift fino ad Edie Campbell, moltissime celebrities si sono lasciate conquistare dal fascino di questo taglio seventies dallo stile deciso.

Piace anche perché è un taglio camaleontico e mutevole, in grado di trasformarsi solo facendo crescere la frangia o spostando la riga. Morbido, con le onde o le punte sparate, il taglio punta anche sul colore e mai come in questo caso, è possibile passare da un nero corvino ad un biondo sfumato. Oppure optare per gli sfumati viola o azzurri.

In genere, il taglio di capelli shag gioca con volumi decisi sulla parte alta del capo, creati con scalature nette, mentre sulle punte si gioca con sfilature più leggere.

Un’ultima versione interessante è quella liscia: le punte vanno asciugate con un brushing che regala l’effetto bombato ricercato e caratteristico di questo taglio.

Nel 2015 Punk sì, ma con glam!

di Raffaella Ponzo

Categorie: Bellezza Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: