Non c’è donna al mondo che non sogni di portare al braccio una Louis Vuitton. Ogni borsa che porta in calce il logo dello storico marchio francese racchiude in sé l’inestimabile valore dell’artigianalità, che unito ad un design di classe ed a materie prime qualitativamente eccellenti crea un mix senza precedenti.

Delle decine di modelli lanciati nel corso dei decenni, talmente tanti che si potrebbe allestire un vero e proprio museo del lusso, sette godono di una popolarità assolutamente incredibile.

Cominciamo dal mitico bauletto in canvas di Louis Vuitton, lo Speedy 30 Monogram, tanto amato da Audrey Hepburn, che seppur sfacciatamente imitato in tutte le salse resta unico nel suo genere. Altrettanto celebre la borsa a spalla Neverfull Monogram, in perfetto stile anni Cinquanta, dal fascino senza tempo.

Design completamente diverso, più moderno se vogliamo, per le handbag Alma Monogram e Lockit Monogram, sulla cui pelle sono marchiati fiori, quadrifogli e lo storico logo composto da una “L” e da una “V” sovrapposte. La prima si espande in larghezza, la seconda in altezza, perciò, per quanto simili, sono adatte a diverse occasioni d’uso. Louis Vuitton Neverfull Monogram

Ha fatto sognare migliaia di donne anche la pochette Saumur Monogram, che malgrado le sue dimensioni ridotte è un classico dall’eleganza inimitabile delle borse Louis Vuitton.

Non passerà mai di moda neanche il secchiello Noé Monogram, primo nel suo genere ad avere questa forma così particolare e avveniristica. Una ventata di novità che ha subito fatto breccia nel cuore delle bags addicted, per intenderci.

Finiamo con una clutch creata negli anni Trenta ma ancora estremamente attuale, la Chain Louise in pelle nera, con manici e stemma in metallo dorato. Ha stregato il mondo della moda grazie ai suoi dettagli semplici ma estremamente raffinati, al punto tale che tantissime star e celebrities l’hanno sfoggiata in occasione di gran soirée e red carpet, sempre all’insegna dello stile che solo una borsa Louis Vuitton può dare.

Categorie: Borse Donna Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: