Quelle scarpe alte ti piacciono da impazzire, ma non ci sai proprio camminare? Barcolli, inciampi, ti senti ridicola? Come in tutte le cose, ci sono delle regole da seguire…

Facciamocene una ragione, le ballerine saranno anche comode, ma non rendono giustizia alla silhouette femminile. I tacchi invece, ci allungano la gamba, contraggono il polpaccio ed alzano i glutei, insomma, ci rendono più belle e affascinanti e gli uomini impazziscono nel vederci svettare sullo stiletto.

Ma sono scomodi, già… soprattutto d’estate, senza calze, il piede ci fa male e vorremmo indossare solo le infradito.
Non disperiamo, con alcune semplici regole, portare i tacchi sarà più facile, è tutta una questione di allenamento… e di qualche trucchetto!

ALLENATI A CASA
Per i tacchi ci vuole esercizio, allenamento e poi diventeranno un’abitudine. Dunque, se non hai mai indossato mai i tacchi, all’inizio puoi fare un giro nel corridoio o avanti e indietro per la casa, poi avventurati per strada, per esempio mentre esci a comprare qualcosa sotto casa. Usali per piccoli tragitti, che con l’abitudine potrai rendere più lunghi.

ESCI PRIMA DI CASA
Quando si indossano i tacchi, non possiamo permetterci di correre. Dunque se abbiamo un appuntamento, usciamo prima di casa, in modo che possiamo prendercela comoda e goderci (e far godere) la nostra andatura lenta e sensuale.

PROVALE BENE PRIMA DI COMPRARLE
Quando provi le scarpe, stai molto attenta alla punta. Infatti, le dita non devono risultare eccessivamente schiacciate fra loro, segnale che la scarpa è troppo piccola, né scivolare in avanti, caso che si verifica quando la calzatura è troppo grande. Devi sentirti comoda, perché se avverti qualche problema, immagina come ti sentirai dopo averle portate una giornata intera!

VIVA IL PLATEAU E LE ZEPPE
Per cominciare, scegli tacchi larghi e zeppe. Questo tipo di scarpa infatti, ti aiuta a camminare mantenendo l’equilibrio. Il plateau poi, aiuta la postura, perché distribuisce la pressione non solo sulla pianta. Grazie a questa speciale suola il livello fra avampiede e retropiede infatti diminuisce, con nostro grande sollievo! Per i tacchi a spillo però, aspettiamo di aver fatto tanto esercizio, bellissimi ma difficili da portare, minano il senso d’equilibrio a causa di una verticalità precaria sempre a rischio sbilanciamento.

LA REGOLA DELLA NONNA
La vecchia regola della nonna vale ancora: petto in fuori, schiena diritta e testa alta. Passo dopo passo acquisterai sicurezza, disinvoltura e ti sentirai sempre più sexy.

E SE DOVESSI CADERE?
Siamo donne no? Una risata e passerà tutto. E chissà, magari verrà ad aiutarci un tipo niente male!

Di Raffaella Ponzo

Categorie: Costume e società Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: