Donnafugata, un nome che é oggigiorno sinonimo dei migliori vini siciliani, siano essi bianchi, rosati o rossi, spumanti, dolci, ma anche grappe e oli. I bianchi di Donnafugata sono una selezione di sapori e profumi di una terra incantevole e ricca, che si distinguono per freschezza, mineralitá e complessità aromatica.

Tra essi, Prio é un bianco perfetto per accompagnare i vostri barbecue in riva al mare, mentre il bouquet floreale e fruttato di Damarino lo rende perfetto per un aperitivo, delicato e fresco sul palato. Lo Chardonnay Donnafugata ha due nomi: da una parte Chiarandà, avvolgente ed elegante, con sentori di frutta gialla matura e vaniglia, dall’altra

Anthilia, fresco e mediterraneo, esprime una precisa personalità legata a sensazioni fruttate e floreali, rotonde ed eleganti.

Anthilia, Donnafugata

La Fuga, equilibrato e di spessore olfattivo e gustativo, con sentori di frutta esotica, perfetto come vino da tutto pasto. Un vino Donnafugata estremamente caratteristico é senz’altro Vigna di Gabri, composto da Ansonica, Catarratto, Chardonnay, Sauvignon Blanc e Viognier.

Fine ed elegante, dal bouquet intenso e complesso, e dal colore giallo paglierino brillante, Vigna di Gabri in bocca è persistente, e accompagna gloriosamente primi piatti della cucina di mare.

Vigna di Gabri

La carrellata dei bianchi di Donnafugata non puó che concludersi con la proposta dell’azienda vinicola dedicata all’uvaggio Zibibbo (Moscato d’Alessandria): Lighea. Versione dry dello Zibibbo, con cui condivide la carica aromatica di apertura (note fruttate di agrumi, e floreali di zagara su un fondo di erbe aromatiche mediterranee), questo vino fresco e minerale è particolarmente indicato con tutto il pesce azzurro, fritture di pesce e vegetariane.

Categorie: Vino, Cucina & Lifestyle Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: