Le t_shirt di Areonautica Militare Italiana si vestono di colore e storia per l’estate; ben 12 modelli da veri piloti.
Il 154° gruppo, il 6° e il 4° stormo senza dimenticare la Brigata Aerea si colorano di magia e ricordi.
Nella foto, scattata alla base aerea militare di Ghedi, scopriamo con testimonial d’eccezione come il Generale di Squadra Aerea Maurizio Lodovisi numero due dell’Aeronautica Militare Italiana e il Brig. Gen. Domenico Abbenante vicepresidente del Collegio medico legale della Difesa (massimo organo medico legale della Difesa) con gli uomini di supporto che li hanno accompagnati durante la Mille Miglia – Maggio 2015 – (il Luogotenente Francesco Quatrana, il Ten. Col. Antonio Pellegrino e il Luogotenente Gianpiero Tosi) indossano 2 delle “Celebrating T-shirt” (154° gruppo e  6° stormo).

1000-Miglia-2015---Missione-Topolino

Le origini dell’aeronautica italiana risalgono alla campagna d’Africa Orientale del 1887-1888, quando il genio militare utilizzò degli aerostati a scopo di osservazione dall’alto.
La sezione aeronautica del genio si espanse poi negli anni successivi fino ad assumere la dimensione di una brigata. Nel 1909 fu fondata la prima scuola di volo militare a Centocelle (Roma), che divenne il primo aeroporto italiano. Dopo la 1a Guerra Mondiale l’importanza dell’aeronautica crebbe sempre più, grazie ai risultati positivi nell’impiego bellico. La forza aerea venne quindi scorporata dall’esercito, da cui dipendeva, elevandola a forza armata indipendente il 28 marzo 1923. Il suo primo nome fu “Arma Azzurra”. La missione attuale dell’Aeronautica Militare è quella di “Difendere l’Italia, il suo territorio, la sua sovranità ed i suoi interessi vitali, garantendo l’approntamento, l’efficacia operativa e l’impiego delle forze aeree nel quadro del sistema di sicurezza nazionale ed internazionale”.

Per chi volesse approfondire qui una breve storia delle t-shirt, raccontata nei dettagli, come solo gli appassionati sanno apprezzare!
  T-shirt 154° GRUPPOT-shirt 154° GRUPPO
Il 154° Gruppo è uno storico reparto di volo dell’Aeronautica Militare. È stato costituito il 25 ottobre 1940, e fa attualmente parte del 6° Stormo, con cui condivide il celebre simbolo del “diavolo rosso”. Il suo ruolo principale è quello dell’attacco al suolo e dell’interdizione tattica. L’addestramento degli equipaggi è rivolto a mantenere questa fondamentale capacità. Le missioni addestrative prevedono attacchi simulati con armamento convenzionale e a guida laser, sia volando a bassa quota, caratteristica peculiare del velivolo Tornado, che ad alta quota. Gli altri ruoli svolti dal reparto sono la ricognizione fotografica e il rifornimento in volo con il sistema “buddy- buddy” che, agganciato al ventre del caccia-bombardiere, può rifornire un altro velivolo. Oltre agli impegni addestrativi che coinvolgono il Gruppo sulla base di Brescia Ghedi, il 154° opera in numerose esercitazioni in campo nazionale ed internazionale.

T-shirt 6° STORMO
Il 6°Stormo, i cui membri sono conosciuti come i “Diavoli Rossi”, è un reparto da interdizione dell’Aeronautica T-shirt 6° STORMO Militare operativo con il velivolo Panavia Tornado. Dipende dal Comando delle Forze da Combattimento e ha sede presso l’aeroporto di Brescia Ghedi. Gran parte della fama dei Diavoli Rossi risale agli anni ‘50, quando nell’allora 6a Aerobrigata viene costituita la mitica Pattuglia Acrobatica omonima, elemento di spicco dell’Aeronautica Militare del tempo. A seguito di esibizioni in Olanda, Belgio, Spagna e in America Settentrionale, i suoi piloti sono proclamati dalla stampa internazionale la “prima pattuglia acrobatica del mondo occidentale”, mantenendo tale status fino al 1959, anno in cui passeranno le consegne ai progenitori delle attuali Frecce Tricolori. Lo stormo attualmente è costituito da tre gruppi (102°, 154° e 156°) delle specialità CBOC (Caccia Bombardieri Ognitempo Convenzionali), CRO (Caccia Ricognitori Ognitempo) e OCU (Operational Conversion Unit – Unità di Conversione Operativa).

AERONAUTICA-MILITARE-- T-shirt 4° STORMO  T-shirt 4° STORMO
Il 4° Stormo è un reparto di Caccia Intercettori che opera al servizio del Comando delle Forze da Combattimento, e ha sede presso la base di Grosseto. Punta di diamante dell’Aeronautica Militare, il reparto è dotato del moderno Eurofighter EF-2000 Typhoon, ed è impegnato nel servizio di allarme dello spazio aereo, 365 giorni all’anno, 24 ore al giorno. I suoi oltre 90 anni di vita sono tutti di effettiva e ininterrotta attività, dato che i due reparti di volo che lo costituiscono (9° e 20° Gruppo) e alcune sue squadriglie risalgono addirittura alla 1a Guerra Mondiale. Le sue tradizioni, riassumibili nel simbolo del “cavallino rampante”, sono le più antiche della linea caccia italiana, nata con le splendide vittorie di Francesco Baracca. Proprio dall’asso per antonomasia, il 4º Stormo prese il simbolo che ai giorni nostri ancora lo contraddistingue.

T-shirt 36° STORMO
Il 36° Stormo è un reparto caccia dell’Aeronautica Militare, operativo con il velivolo Eurofighter EF-2000 Typhoon. AERONAUTICA-MILITARE--T-shirt 36° STORMODipende dal Comando delle Forze da Combattimento e la sua base è presso l’aeroporto di Bari Gioia del Colle. Lo Stormo è costituito da due gruppi: il 10° e il 12° Gruppo C.I.O. (Caccia Intercettori Ognitempo). Gli atti di eroismo dei piloti che hanno servito nello Stormo, legati agli avvenimenti della 2a Guerra Mondiale, hanno fatto grande la storia del reparto, tanto che la bandiera del 36° Stormo è ancora oggi quella con più decorazioni di guerra di tutta l’Aeronautica Militare. Data la posizione strategica della base di Gioia del Colle, considerata dalla NATO una delle più importanti del Mediterraneo, il 36° Stormo ricopre un ruolo altamente importante nel sud Europa: esso ha la funzione di mantenere efficiente la difesa aerea nel contesto nazionale ed europeo per i settori Sud e Sud-Est.

AERONAUTICA-MILITARE--T-shirt 46a BRIGATA AEREAT-shirt 46a BRIGATA AEREA
La 46a Brigata Aerea è una storica unità di volo, da sempre sinonimo di Aeronautica Militare Italiana. È dislocata presso la base aerea di Pisa San Giusto e dipende dal Comando delle Forze per la Mobilità e il Supporto. Dal 1956 è l’unico reparto dedicato al trasporto ed ha sempre preso parte a tutte le missioni in patria e all’estero. Oggi la Brigata è dotata dei nuovi C-130J “Hercules II” e C-27J “Spartan” e opera, H24 per 365 giorni l’anno, al fine di assicurare la mobilità per via aerea di forze e risorse, mediante la predisposizione, il trasporto e il recupero di personale, equipaggiamenti e rifornimenti, in scenari operativi sia nazionali che internazionali. La 46a Brigata è anche dotata di velivoli KC-130J per le operazioni di rifornimento in volo, e ciò la rende l’unico reparto a livello europeo in grado di effettuare operazioni HAAR (Helicopter Air-to-Air Refuelling).

Categorie: Casualwear Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: