Malìparmi autunno-inverno 2011-12: un racconto che parla dell’alchimia delle donne.

La nuova collezione Malìparmi risulta dalla fusione di più racconti, nati da una riflessione profonda sulla società e sul suo continuo trasformarsi. Ogni racconto di stagione coglie un aspetto rilevante del più grande racconto del cambiamento. “Stiamo vivendo un nuovo Rinascimento”, dice Silvia Bisconti, direttore artistico di Malìparmi, “con la consapevolezza di essere in un momento di profonda trasformazione e la voglia di menti libere e nuovi pensieri”.

Malìparmi si ispira, per il prossimo autunno-inverno, al concetto ancestrale di alchimia come misteriosa combinazione di elementi di natura diversa. L’intera collezione è il risultato di “mani che trasformano” le cose rendendolo nuove: i capi nascono dalla sperimentazione, ma nel pieno rispetto del passato.

Ogni cambiamento passa attraverso le donne, verso le quali Malìparmi rivolge tutta la sua attenzione. La nuova silhouette scaturisce dalla mescolanza di due anime opposte, quella maschile e quella femminile. Elementi conosciuti vengono fusi insieme e trasformati in qualcosa di nuovo. Il risultato è un mix alchemico in cui donne diverse possono riconoscersi. Donne che esprimono a pieno la propria personalità, scollegate da ruoli troppo rigidi e clichè: che vivono con normalità.

Venerdì 28 gennaio Malìparmi ha presentato a Padova, città in cui è nata, la nuova collezione “Alchimia – Mani che trasformano”, prima tappa di un racconto che proseguirà a Milano, durante la settimana della moda. Come spiega Annalisa Paresi, presidente di Malìparmi, “il mio desiderio è quello di andare al cuore delle cose e Padova rappresenta il nostro cuore, le nostre origini. Per questo ci tengo molto che ogni nuova collezione parta proprio da qui, dove nasce, con tanta passione”.

A Padova, oltre alle modelle, hanno sfilato un’artista d’arte contemporanea, un’art buyer, un’agente di fotografi, una producer, due giovani attrici e la già nota Giselda Volodi, infine Marpessa, ex top model, in un mosaico delle diversità: per età, professione, bellezza e personalità.

Ad introdurre il loro ingresso in passerella, un video fatto di ritratti di donne, del passato e del presente, capaci di vivere con la forza della normalità. Insieme rappresentano, ognuna attraverso un proprio tratto speciale, i valori riconducibili all’universo femminile nella sua diversità. Sono, per Malìparmi, icone dell’ alchimia delle donne. Dalla naturalezza di Michelle Obama all’intelligenza di Oriana Fallaci, dal cuore di Sofia Coppola al coraggio di Amelia Earhart e ancora l’eleganza di Diana Vreeland o di Edie Sedgwick, la personalità di Annie Leibovitz, lo stile di Kate Moss.

Categorie: Agenda.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: