L’arredamento di tendenza, quello chic ma non ostentato, piace sempre più.
Le migliori aziende del settore sono impegnate in sperimentazioni materiche e ricerche di nuove visioni ad impatto zero.

Chimento design stupisce e conquista con la sua lettura in chiave moderna del riutilizzo delle briccole di Venezia.
Avete capito bene, i pali a cui vengono attraccate le barche in laguna si trasformano, grazie alla maestria artigiana e al saper fare dell’azienda, in straordinari pezzi di design.
L’interpretazione moderna delle briccole di Venezia
Una casa del riuso, se volete, ma arredata con capolavori di stile, che sanno arredare con gusto e grande spirito innovativo.
Una nuova filosofia di design che entra nelle case e si combina con lo stile più classico, dando vita a capolavori unici che assumono così sfumature personalizzate.
Il riciclo non è più un’arte povera, ma un curioso gioco di abbinamenti che assume forme sempre diverse e si caratterizza solo nei singoli ambienti. Una libreria in legno chiaro con venature strong a contrasto, un tavolo in legno costruito sopra parti di metallo. Come minimo comune denominatore, quei pali custoditi nella Laguna di Venezia: le briccole.

L’interpretazione moderna delle briccole di Venezia

A firmare il progetto è l’Ad della Chimento Design, Fabio Chimento, l’artista con un occhio moderno e dall’appeal unico, il giovane imprenditore che, in pochi mesi, ha avuto un’escalation di tutto rispetto conquistando i mercati d’Oltralpe, quelli dell’Est Europa e del Far East. Il suo, più che un genio, è una dote, quella dote che offre la capacità di osare abbinando i metalli più conosciuti con i materiali più inusuali.
L’interpretazione moderna delle briccole di Venezia
“Non amo realizzare pezzi di design senza provare un’emozione forte – spiega Fabio Chimento –. Ogni pezzo per me ha un significato ben preciso, nulla è lasciato al caso e quando inizio a creare sulla carta un pensiero forte penso sempre a chi lo acquisterà e a quali aspettative potrà avere. Nulla è inventato senza una precisa motivazione. In un’epoca come la nostra in cui tutto si spreca e si butta via senza troppi rimorsi è fondamentale da parte delle aziende far passare un messaggio diverso: quello del riciclo e del riuso. Quello che un tempo era sinonimo di rifiuto oggi deve necessariamente diventare una risorsa destinata ad avere nuova vita”.

Chimento Design ha la sua proposta a impatto zero. La nuova collezione, sul mercato da settembre, avrà un’espressione green con un’anima personale.

Categorie: Design.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: