La nostra casa è il fulcro della nostra vita, perchè non apportare qualche novità, qualche piccolo accorgimento per sentirla sempre più nostra, sempre più come il nostro nido.

Specchio anche di una voglia di maggiore interiorità, intimità, che il progressivo accorciarsi delle ore di luce ispira, far brillare la nostra casa con una luce nuova è proprio il nostro obiettivo, e quale modo migliore che usare delle romantiche candele? Tutti ne abbiamo, sono in vendita ormai anche nei supermercati. Ma la scelta e l’uso corretto delle candele è un’arte importante anche per il nostro benessere, oltre che per la bellezza della nostra casa. Vale allora la pena raccontare quali scegliere e come usarle a seconda dell’intenzione e dell’atmosfera che vogliamo creare in casa. Non basta infatti accendere due candele su una tavola ben imbandita, sul comodino o in bagno, perchè le candele hanno anche un codice colori ben definito, vediamo insieme come sceglierle in base al colore.

La magia delle candele

Niente dà un senso di calore e intimità in casa come una candela accesa. Ma sappiamo che le candele sono anche il principale strumento per creare atmosfere diverse, una “energia” particolare, che può influenzare il nostro stato d’animo e addirittura una situazione. Vale la pena allora apprendere il significato dei colori delle candele.

Candela Rossa

È la candela ideale se si vuole portare in casa maggiore amore e passione, in tutte le sue sfumature. Attenzione: non abusarne, perché il suo potere è veramente fortissimo. In pratica, basta una sola candela rossa lasciata bruciare per una notte per scatenare un incendio di sensazioni e sentimenti forti. Da usare solo se si vuole arrivare alla passione, con qualcuno, o da sole per ispirarci grinta, ardore, volontà.

Candela Rosa

È una candela che ispira sempre amore, ma più delicata, e quindi più gestibile, della candela rossa. L’ideale è accenderla all’alba, aprendo una finestra e circondandola magari con petali di rosa di vari colori, per trasmettere subito una speranza di amore e un sentimento più delicato e poetico. Sono bellissime in candelabri d’argento o color argento, o anche neri e grigio scuro: aggiungeranno un tocco di estrema eleganza alla casa.

Candela Verde

Se ci troviamo in un periodo in cui economicamente le cose non vanno troppo bene e desideriamo propiziare il denaro e l’abbondanza, l’ideale e scegliere una candela verde, nelle varie sfumature. Ancora meglio se la candela è sferica, a rappresentare la nostra terra e la sua abbondanza. Va appoggiata su rami di pino, o di un altro albero con foglie verdi, e preferibilmente bruciata in uno studio, nel luogo in casa dove lavoriamo, dove teniamo il computer, o anche in cucina. Mai in bagno! L’abbondanza scivolerebbe via con l’acqua che scorre.

Candela Marrone

È ottima una candela marrone, beige, o di cera naturale, un po’ giallina ambrata, quando si ha bisogno di radicarsi, di tenere i piedi ben saldi a terra. Conviene accenderla vicino al divano o alla poltrona, e fissarla un po’ mentre brucia, magari respirando profondamente con la pancia.

Candela Blu

Per la salute, il benessere, la pace interiore. L’ideale è accendere una candela blu in camera da letto, sul comodino, o per terra, se vogliamo ritrovare la pace con noi stessi in un periodo stressante, e godere della fiamma che crea luci e ombre che invitano al sogno. Ovviamente, più che negli altri casi, non addormentatevi con la candela accesa!

Candela Arancione

Per favorire la guarigione fisica e spirituale. Se ci sentiamo un po’ giù di tono, stanchi fisicamente, stressati più del necassrio, una candela arancione ha l’effetto di una sferzata di energia e tono, come la vitamina C! Ottima da accendere in salotto e nelle zone sociali della casa.

Candela Gialla

Ideale per aumentare la concentrazione e l’energia positiva quando dobbiamo fare un lavoro che coinvolge la mente e la vogliamo più lucida, pronta, sveglia.

Candela Viola

Indicata per aumentare l’intuizione, per favorire sogni rivelatori. È la classica candela da accendere magari con la luna piena, per catturarne la magia, soprattutto se abbiamo una zona della casa che è solo nostra e che rappresenta il nostro nido più intimo.

Candela Argentata

Rappresenta il femminile, e aiuta a essere più femminili. Da accendere durante una cena romantica in associazione a una candela dorata.

Candela Dorata

Rappresenta il maschile e rinforza caratteristiche maschili come il coraggio, l’intraprendenza, la forza. Da accendere prima di una prova importante, un esame o un colloquio di lavoro. Oppure durante una cena a due per rappresentare l’intimità: le due fiamme si avvicinano e così le persone….

Candela Bianca

Sostituisce qualsiasi colore.

Candela Nera

Non è affatto una candela negativa, anzi, assorbe le energie impure ed è indispensabile quando sentiamo, magari, che in casa c’è una energia che non ci piace, o abbiamo litigato, e vogliamo assorbire, attraverso la sua fiamma, queste energie disturbanti per liberarcene.

Le forme delle candele

Anche le forme di una candela possono essere molto importanti, soprattutto nell’arredamento. E soparttutto rispettando gli ambienti dove vengono messe.

Candela a stelo

Si tratta delle classiche candele da liturgia e per questo danno un senso di elevazione verso l’alto. Meglio utilizzarle negli appositi candelabri, magari in ambienti un po’ classici. L’effetto è illuminare la casa anche quando sono spente.

Candele cubiche o a parallelepipedo

Ottime in ambienti grandi che hanno bisogno di punti di riferimento ben visibili. Possono fungere da colonne in saloni doppi per esempio e diminuire il senso di vuoto che a volte un certo arrendamento può ispirare.

Candele rotonde o sferiche

Sono andate in disuso, ma sono bellissimi complementi per tavoli circolari per esempio anche di piccole dimensioni. Bellissime su tavolini di cristallo di qualsiasi forma. Comunicano un senso di perfezione, ampliano lo spazio circostante.

Candele a cilindro

Sono simili per certi versi a quelle a parallelepipedo con la differenza che possono essere usate in ambienti più ristretti. Ottimi centrotavola per le grandi occasioni e per le grandi riunioni.

Cosa fare prima di accendere una candela?

Prima di accendere si può perfezionare al massimo la nostra arte nel trattare le candele. Per esempio, vanno purificate passandole con un incenso o, meglio, con il fumo della salvia bruciata. Possono poi essere cosparse con oli essenziali. Infine, le candele vanno fatte bruciare completamente, mai spegnerle a metà, e la cera residua va lasciata sotto terra, sotto un albero o in un corso d’acqua. Puoi naturalmente usare una candela anche solo perchè è bella! Ma ricorda che il colore agisce in ogni caso: meglio evitare perciò una candela blu in una serata romantica!

Candele fai da te

La fabbricazione delle candele è un’arte tramandatasi nel corso dei secoli; nata per necessità attorno al III secolo è diventata ai giorni nostri un hobby piuttosto popolare. Fare candele è un’attività semplice e divertente alla portata di tutti. Con l’avvicinarsi del Natale, ad esempio, perché non farne dei piccoli doni da regalare ai nostri amici, o da usare come segnaposto a tavola? Fa sempre piacere ricevere qualcosa fatto a mano – candele, saponi o biscotti che siano – perché contiene in sé tutta la cura e l’affetto di un dono pensato e realizzato per far piacere ad un’altra persona.

Categorie: Curiosità.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: