Trovare un abito giusto per ogni occasione è sempre un problema attuale e presente nell’armadio e nella vita di ogni donna. Poco conta l’età o la modalità d’utilizzo, quando certe giornate ci mettono davanti ad un guardaroba scarno e poco propenso al cambiamento e alla malleabilità. E’ proprio questa la parola chiave della nuova linea di abbigliamento donna autunno/inverno 2015-2016 di Luisa Spagnoli.

Parliamo di forme dalla grande personalità, ispirate fortemente ad uno stile retrò che richiama gli intramontabili anni ’60. La particolare propensione ad una stabile eleganza, fa della collezione un interessante gioco di semplicità ricca di dettagli che forgiano il brand tutto Made in Italy sin dal 1928. L’azienda firma i propri capi con l’alta qualità dei tessuti utilizzati e con le metodologie che hanno reso famoso il nostro paese nel settore della moda.

Una sobrietà innata si posa sulla forma di abiti dalla linea a trapezio con gonna bouclè e con vestiti in jersey dalle maniche a tre quarti, stretti in vita da un nastro basic. Quest’ultimo oltre a segnare il corpo in maniera femminile, offre spunti particolari per rendere personale l’intero look. Non mancano gonne longuette e tubini classici in matellassè floreale, evergreen incondizionato per ogni età. Si possono tranquillamente indossare per una serata speciale o per andare in ufficio.

Texture morbide si fanno spazio tra camicie incrociate e completi con giacca e pantalone burgundy che sagomano leggermente il corpo, rinnovando ancora una volta un forte senso della sobrietà. Luisa Spagnoli pensa anche alle più giovani accorciando i cardigan e aggiungendo delle bordature in oro e filati in lurex, pochi semplici accorgimenti che permettono al marchio di proporsi a qualsiasi tipo di età. Così come l’introduzione di jumpsuit, che nonostante la comodità non tralasciano minimamente la compostezza della maison umbra.Luisa Spagnoli AI 2016 3

Maglia bicolore, pizzo, svasature e tessuti lucidi, fanno da importante base a copriabiti degni di nota. Si passa da grintosi trench in pelle marrone, ai più caldi piumini in vera piuma d’oca, mantelle, gilet in visone, cappotti e pellicce per le fredde sere invernali. Insomma una vasta scelta, non solo per quanto riguarda i modelli, ma anche nelle sfumature cromatiche: il regale marsala, i romantici colori pastello e i sensuali rosso e nero per i ricami. Una scala di colori che non lascia nulla al caso, ma viene studiata per indirizzare ogni donna verso l’outfit perfetto.

Profili con rifiniture bicolore anche per i capi in lana morbida mista a cashmere, così come i pantaloni in tweed. Questi sono presenti in più versioni dai modelli a palazzo, al taglio regolare con piega sulla parte anteriore e poi ancora in jacquard con motivi geometrici. Luisa Spagnoli non si lascia sfuggire l’opportunità di regalare un mood classico, neanche quando si parla di jeans. Attuali nel loro skinny e risvolto sul fondo, ma anche regular e basic.

Tramite le gonne invece si applica una creatività che segue comunque le linee guida della stilista, stampe animalier, maglia plissettata, pizzo e leggere svasature che completano il puzzle di una collezione di abbigliamento femminile, intraprendente e unica nel suo genere.

Nancy Malfa

Photo credit: www.luisaspagnoli.it

Categorie: Abbigliamento Donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: