La capitale della moda italiana è ormai entrata nel vivo della manifestazione più attesa dell’anno. Dopo l’esplosione di eccentricità della giornata di ieri, la mattina di oggi torna ad ospitare linee più pacate e morbide a partire dal primo stilista in passerella.

Blumarine inaugura il terzo giorno della Milano Fashion Week con  trasparenze romantiche ed essenzialità. I gilet con ampi tasconi e i tessuti in pelle nera, si contrappongono all’effetto nude che il marchio ricrea attraverso accostamenti di tonalità.

Con Emporio Armani non si può non parlare di cappotti semplici dai modelli bon ton chic. Foulard intorno al collo e l’immancabile pantaloncino sportivo, dal tessuto prezioso. Questi fanno da cornice alla sfilata, così come giacconi vintage e gli scolli in monospalla dai diversi colori.

Uma Wang rilascia una sensazione terrena per le sue creazioni. Niente sfumature fluo, ne’ bizzarri dettagli, solo classe e semplicità come guida per la prossima Primavera/Estate 2016. Dopo il ritorno del nude e delle tonalità del marrone, tornano stampe eccentriche per la sfilata di Sportmax.

Ed infine, Etro placa nuovamente gli animi voraci, per dare vita ad uno show fatto di stampe neutre e regolare classicità. La sua è un’ispirazione araba nelle texture, ma vintage nello spirito, tra floreali e antichi broccati moderni.

» Calendario Sfilate Milano Moda Donna settembre 2015 – collezioni Primavera/Estate 2016

Nancy Malfa

Categorie: Sfilate Moda Donna Primavera/Estate 2016 Tag: , , , , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: