Dalle linee morbide, dagli occhi dolci e dal viso perfetto, Barbie è la bambola più amata al mondo. L’abbiamo desiderata e ricevuta sottoforma di giocattolo in tutte le versioni possibili.

L’abbiamo  acquistata insieme al fidanzato, alle amiche, in vacanza, con qualsiasi mezzo di trasporto e con le sue innumerevoli case. Il Mudec, ovvero il Museo delle Culture di Milano, ha voluto omaggiarla con una mostra dal nome Barbie – The icon.

Un personaggio noto in tutti i continenti, capace di abbattere ogni differenza di cultura e lingua. In 56 anni di vita, la bambola è stata sottoposta a cambiamenti che hanno influenzato le mode e le società di tutto il mondo. L’evento si accinge a diventare un’importante trapolino di rilancio per il prodotto, dato il calo di vendite subito nello scorso bilancio annuale.

Il percorso milanese offre una visione totale dell’icona femminile, partendo dai primi modelli degli anni ’50, passando per edizioni limitate e informazioni culturali per gli adulti. La mostra è volta a più livelli storici ed è ricca di curiosità.

Sapevate che Barbie è solo un diminutivo? Il nome di battesimo è Barbara Millicent Robert, ha un corpo mozzafiato ed è stata e sarà la compagna di giochi di tutte le donne del mondo. L’esposizione ha aperto i battenti il 27 ottobre e sarà presente nella capitale della moda fino al 13 marzo 2016.

Nancy Malfa

Categorie: Costume e società Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: