Durante l’inverno, mentre si è al lavoro, spesso ci assale la nostalgia di terre lontane, magari visitate durante l’estate. Vogliamo allora venirvi incontro e proporvi un viaggio del palato da fare non muovendovi da casa vostra. Cucinando con le spezie vi verranno in mente i luoghi che avete lasciato, o, se non li avete mai visti, dei mondi che sognerete di visitare, forchettata dopo forchettata. Le spezie, hanno anche proprietà importanti per la salute, ogni piatto sarà quindi anche una iniezione di benessere.
Per voi abbiamo selezionato tre spezie e tre ricette gustosissime.

Le Spezie, ricette e proprietà

Le proprietà del curry

Il curry è la miscela di spezie più amata in tutto il mondo, il mix originale è quello indiano. Possiede un alto valore nutritivo, ma anche un basso apporto calorico idoneo per la nostra salute. Contiene Vitamina A, B, D, E, K e molti sali minerali ottimi per una corretta alimentazione. Oltre ad avere un grande valore terapeutico per la salute, il curry è spesso impiegato nelle diete ipocaloriche. Utile condimento, grazie alla presenza del peperoncino e dello zenzero, che aiuta a ridurre il colesterolo a livello intestinale e al contempo alza la temperatura corporea favorendo il consumo delle calorie.

Ricetta per il riso al curry

Ingredienti

  • 320 g di riso basmati;
  • 1 cipolla;
  • curry qb;
  • margarina qb;
  • 1 dado per brodo vegetale;
  • acqua qb;
  • sale qb;
  • pepe qb;

Preparazione

Tritare la cipolla molto finemente e farla saltare in una padella in cui è stata fatta sciogliere la margarina. In alternativa alla margarina si possono utilizzare il burro o il più comune olio d’oliva. Aggiungere il curry, spargendolo lentamente e a cucchiaini, cosicché non entri in contatto con i vapori della cucina, altrimenti il suo gusto si potrebbe alterare.

Tostare il riso all’interno del preparato a base di margarina, cipolla e curry. Aggiungere mano a mano il brodo per far cuocere il riso. Il brodo va versato lentamente e a piccole dosi, perché deve essere via via assorbito dal riso, esattamente come capita con il risotto all’italiana. Può essere interessante, nel corso della doratura della cipolla e prima dell’aggiunta del curry, utilizzare anche cubetti di mela: il gusto sarà davvero sorprendente.

Le proprietà del peperoncino

Il peperoncino è la più classica delle spezie, la più amata da noi in Italia, e sta diffondendosi sempre di più in varietà che molti amano anche coltivare in giardino o sul terrazzo come il Malagueta di Capo Verde, la Cayenna di Capo Verde e il Jalapeno che ormai si trova persino impiegato nei Whopper del Burger King. Il jalapeno si coltiva con facilità anche in vaso, dal momento che la pianta è abbastanza piccola, e produce frutti fino ai primi geli.

L’assunzione di peperoncino, purché sotto stretto parere medico, può prevenire alcune patologie cardiache, grazie all’aumento del flusso sanguigno grazie al suo effetto di vasodilatatore. Pare infatti che sia utili a tenere vene e arterie pulite e lontano dal rischio del colesterolo, una delle cause principali di infarti e ictus. Uno studio condotto dall’Università di Cincinnati sui topi, inoltre, svela come la capsaicina contenuta nel peperoncino sia utile proprio negli attacchi di cuore: somministrata a brevissimo tempo dall’infarto, aiuterebbe l’organismo a non soccombere e aumenterebbe le possibilità di sopravvivenza in attesa dei soccorsi.

Il peperoncino ha effetti positivi anche sul mantenimento del peso forma, proprio per l’azione metabolica dei suoi principi attivi.

Ricetta col peperoncino: il guacamole

Il guacamole è la salsa messicana che si mangia con le tortillas e le fajitas di pollo. Antichissimo condimento a base di avocado in cui si usa anche il jalapenos.

Ingredienti

  • 2 Avocado ben maturi;
  • 1 jalapenos verde fresco piccante;
  • 2 pomodori;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 cipolla;
  • 2 cucchiai di olio d’oliva;
  • 1 cucchiaino di cumino;
  • la scorza grattuggiata e il succo di un lime;
  • pepe al momento;
  • sale q.b.

Preparazione

Per preparare la salsa guacamole al peperoncino iniziate tagliando gli avocado a metà: gli avocado devono essere ben maturi e privati del nocciolo centrale e spellati. Mettete la polpa in una ciotola e aggiungete le spezie, l’aglio schiacciato, la cipolla finissima, il peperoncino sminuzzato, poi schiacciate con una forchetta.

Aggiungete il lime, la scorza, il pepe e infine il pomodoro senza semini e sminuzzato a minuscoli dadini. Coprite il guacamole e lasciatelo riposare per almeno mezz’ora, per far si che i sapori si fondano al meglio. E poi gustatelo con un bel pacchetto di tortillas!

La paprika e le sue proprietà

La paprika ha proprietà toniche, stimola l’apparato digerente e facilita la digestione, rinforza quello circolatorio ed è antisettica. Le vitamine che contiene sono: vitamina E, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina K e betacarotene. Tra i minerali in essa contenuta abbiamo: calcio, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, selenio, sodio. magnesio, fosforo. Il popolo turco la usava come medicina, viste le sue proprietà, la paprika può essere consumata anche in tisana.

Ricetta con la paprika: il pollo tandoori

Ecco un altro classico della cucina indiana, il pollo tandoori, con una ricetta adattata alle nostre cucine, che purtroppo non hanno il “forno tandoori”. Non è difficile da preparare ed è una ottima idea per evitare di sentirvi dire “anche oggi il solito (petto di) pollo”.

Ingredienti

  • 1,250 kg. di cose e sovracosce di pollo;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • 1 limone pieno di succo;
  • 425 ml di yogurt intero;
  • 1 cipolla media pelata e divisa in quattro parti;
  • 1 spicchio di aglio pelato;
  • 1 pezzetto di zenzero fresco di circa ¾ cm. di lunghezza, pelato e tagliato in quattro;
  • 1 peperoncino piccante tagliato a fette (regolatevi sulla quantità per ottenere la piccantezza voluta);
  • 2 cucchiai di garam masala (miscela di spezie chiamata anche polvere curry in Italia);
  • fettine di limone per servire (opzionali)

Preparazione

Fate due incisioni sulle cosce. Spolveratele con metà del sale e spruzzateli con ¾ del succo del limone. Massaggiateli per fare penetrare il sale e il limone all’interno dei tagli. Mettete da parte e fate riposare per 20 minuti. Mettete nel vaso di un robot da cucina lo yogurt con la cipolla, l’aglio, lo zenzero, il peperoncino, e il garam masala. Frullate il tutto fino ad ottenere una pasta omogenea. Passate questo composto attraverso un colino in una larga ciotola di acciaio o di ceramica.

Mettete il pollo con ogni succo che si sarà formato nella ciotola con la marinata, mescolate il tutto per bene per assicurarvi che la marinata entri nei tagli. Coprite e mettete in frigorifero a marinare da 6 a 24 ore, più la marinatura è lunga più il risultato sarà migliore.
Al momento di mangiare questo saporito piatto indiano, preriscaldate il forno alla sua massima temperatura. Togliete il pollo dalla ciotola di marinatura, scrollate i vari pezzi cercando di togliere la maggior parte della marinata. Disponete i pezzi di pollo su delle teglie in uno strato singolo. Cuocete per circa 20-25 minuti o fino a quando il pollo è cotto (potete assaggiarne un pezzo per controllare la cottura).
Servite il pollo tandoori caldo accompagnato da fette di limone.

di Raffaella Ponzo

Categorie: Vino, Cucina & Lifestyle Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: