Ha tempo fino al 21 Aprile il Giudice della Corte Suprema di Los Angels, Michael Pastor, per decidere se ammettere o meno le immagini relative all’autopsia di Michael Jackson durante il processo in corso per omicidio colposo involontario.

Il Dott. Conrad Murray vuole infatti impedire che le fotografie vengano mostrate e spiegate alla giuria.
Sono raccapriccianti, molto dolorose, e, secondo gli avvocati della difesa, potrebbero condizionare la giuria.

Gli avvocati hanno quindi richiesto di sostituire le immagini "altamente pregiudizievoli" con una descrizione "post mortem"  tecnica fatta a voce e agevolata da grafici.

"l’ammissione di queste immagini come prova, la loro visione da parte dei giurati, potrebbe compromettere il diritto del dottor Conrad Murray di avere un equo processo, poichè la visione potrebbe spostare l’attenzione dalle reali prove presentate a vantaggio di un coinvolgimento emotivo forte dei giurati, e secondo la difesa, le ragioni "emotive" non devono trovare spazio in un processo penale".

Altra richiesta è stata quella di vietare di parlare durante il processo della vita privata e sociale del dottore che non riguardi il suo rapporto con il "re del pop".
Sotto la lente di ingrandimento dovrebbero esserci solo il suo rapporto professionale con il cantante e non le accuse di infedeltà e le sue notti passate negli strip club.

Cosa deciderà il giudice Pastor? Lo scopriremo il 21 aprile, e vi terremo aggiornati.

Categorie: Agenda Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: