Nel settembre 2011 firma la prima collezione di borse con il suo nome. Modelli esclusivi e contemporanei dove l’eccellenza del made in Italy è rappresentata dalla lavorazione artigianale dei pellami. Diplomato con il massimo dei voti presso la NABA di Milano. Tra i finalisti dell’edizione del 2012 del Who is on Next? Un intenso percorso professionale alle spalle che lo porta a collaborare con alcuni tra i più importanti uffici stile e Maison della moda. Oggi oltre alla sua linea omonima è creative director del progetto Piquadro Opera. Il protagonista della nostra intervista di oggi è Giancarlo Petriglia, giovane designer con l’animo di un bambino nel corpo di un esploratore romantico, come ama definirsi, sempre pronto a stupirci con le sue borse, capaci di emozionare e raccontare il mondo di chi le indossa.
Di FRANCO LORENZON

1 CHI È GIANCARLO PETRIGLIA?
Gancarlo Petriglia è Milano, paesi lontani e culture diverse, è libertà di esprimere un proprio mondo attraverso le sue GIANCARLO PETRIGLIA - Bagscreazioni. Un’esplosione di creatività e leggerezza. Uno spirito libero ed eclettico, curioso e instancabile ricercatore della contemporaneità. Giancarlo Petriglia ha l’animo di un bambino nel corpo di un esploratore romantico, pronto a riscoprire preziosi tesori e trasformarli in idee ed emozioni.

2 PERCHÉ HAI SCELTO PROPRIO GLI ACCESSORI?
Ho scelto di iniziare con il settore degli accessori perché gli investimenti iniziali sono inferiori e i tempi di risposta del mercato più immediati, permettendo quindi di ridurre i rischi. In futuro, però, ho in mente di lanciare una collezione di abbigliamento, e di certo sarà più impegnativa e costosa.

3 COS’E’ LO STILE PER TE?
Lo stile esprime il proprio mondo di appartenenza. È espressione di scelte , gusti, del proprio knoh-how. Lo definirei il riflesso di se stessi.

4 LA TUA PALETTE DI COLORI?
La scelta cromatica nelle mie collezioni non esclude alcun colore. Ogni stagione ha i propri toni, sfumature, richiami e contrasti e mi riservo la possibilità di attingere da tutto il bagaglio cromatico che ho a disposizione.

5 SE TU FOSSI UN FILM?
Vorrei essere un cult senza tempo. Via col vento, un classico con lo sguardo proiettato al futuro, poiché domani è un altro giorno.

6 COSA SALVI DALL’ARMADIO DI UNA DONNA ?
La moda è comunicazione quindi salverei tutto ciò che rappresenti lo stile, l’anima e la cultura di una donna.Giancarlo-Petriglia_Ritratto-foto-di-Adriano-Russo.

7 UN DESIDERIO CHE VORRESTI REALIZZARE?
Il mio desiderio è veder confluire in un unico spazio il mio sapere, la mia esperienza, la mia arte. Un luogo dove trovi spazio la moda, la ristorazione e il turismo esperienziale. Un luogo in cui sia possibile respirare l’arte e l’eccellenza di questi settori, a mio avviso, complementari.

8 PER LE PROSSIME FESTE CHE PEZZI CONSIGLI DELLA TUA COLLEZIONE?
Sicuramente le borse ispirate a tre donne icona della moda e della cultura. Tutta la serie dei modelli reversibili, questa stagione ispirata a Isabella Blow, famosa editrice e talent scout. A lei è dedicata la borsa “Isabella” una reversibile allungata con proporzioni particolari e innovative. La seconda è la borsa “Gitte”, famosa modella Danese che ha ispirato la parte nera e oro della collezione interpretando l’anima austera ed elegante della modella; con uno sviluppo verticale là si può ridurre e allungare secondo le esigenze e là si trasforma in uno zaino super chic. La micro borsa “Carmen” ricamata con specchi di stile classico, simboleggia l’eterna bellezza ed eleganza rappresentata dalla meravigliosa Carmen Dell’Orefice. Non può mancare la serie iconica delle P-Bag che si arricchisce di una borsa da giorno più grande, composta dà due corpi separati, uno facilmente accessibile e uno nascosto e protetto dai due grifoni custoditi dell’oro e delle cose più preziose del mondo.

Foto ritratto di Adriano Russo

Categorie: Borse Donna Tag: .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: