Madonna e il Cupping: un trattamento che risulta molto impressionante all’occhio di chi lo vede per la prima volta, ma che si sta facendo strada nel campo della medicina alternativa.
Si tratta di una tecnica utilizzata nel trattamento dei sintomi dolorosi originati da freddo, umidità o seguenti a eventi traumatici: si utilizzano alcune coppette che aspirano la pelle che vengono applicate nei punti nevralgici individuati anche per effettuare l’agopontura.

Questo trattamento non ha precise basi scientifiche e desta più di una perplessità negli esperti del settore medico.

Introdotta verso il II secolo d.C., la Coppettazione, la coppetta è costituita da un vasetto di vetro o ceramica o bambù del diametro di 5 cm circa che viene applicata sulla cute in precisi punti o aree per ottenere l’effetto terapeutico. La coppettazione non ha una solida base scientifica e sembra efficace solo nel controllo del dolore nonostante anche per questa indicazione le evidenze di efficacia siano piuttosto deboli.
La tecnica non è esente da effetti collaterali (anemia, iperpigmentazione, embolia, ustione, panniculite, ascessi cutanei e meningei).

Ecco come si fa:
Per effettuare una corretta Coppettazione occorre:
una perfetta rasatura della cute nella zona prescelta;
evitare di scottare il paziente;
evitare un’eccessiva intensità del risucchio dell’aria per evitare la formazione di fastidiose ecchimosi. A questo proposito se si verificasse un’aspirazione eccessiva, la si può moderare avvicinando il dito indice al bordo della coppetta a contatto con la cute, praticando una pressione in modo che, attraverso una piccola fessura, penetri dell’aria che andrà a moderare la bassa pressione all’interno della coppetta. Naturalmente la pressione dovrà essere molto controllata altrimenti penetrerà troppa aria e si perderà completamente il l’effetto aspirante.
Rischi: La Coppettazione viene evitata nelle persone eccessivamente asteniche, nelle malattie croniche consuntive, nelle persone con pelle troppo flaccida, su zone eritematose, su ferite recenti e su eminenze ossee troppo pronunciate.
Insomma, Madonna ha ancora voglia di sperimentera, anche sulla sua pelle e qui è proprio il caso di dirlo.
Ma noi facciamo attenzione!
Di Raffaella Ponzo

Foto via Facebook di Madonna

Categorie: Benessere donna Tag: , , .

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: