Il termine “beach body” è diventato popolare solo negli ultimi 10 anni.
Riviste, siti web, articoli di blog ci propongono soluzioni all’ultimo minuto per essere belle in spiaggia, i consigli sono utilissimi, gli eccessi per arrivarci in forma perfetta anche no.

Oggi vogliamo darvi un indizio…a nessuno importa come stiamo in bikini.
Per poter sfoggiare un bel costume, insomma, basta saperlo scegliere, indossarlo e andare di corsa in spiaggia!

Avete capito bene, meglio spendere tempo a scovare il modello giusto, ragionare sulle fantasie e il colore,  piuttosto che impazzire a fare alchimie per mascherare i piccoli difetti.

Uno studio condotto da Planet Fitness dimostra che nell’ultimo decennio abbiamo sviluppato dei seri problemi di accettazione del nostro corpo.

Secondo la ricerca il 33% degli americani preferirebbe andare dal dentista piuttosto che indossare un bel bikini.
Una sorta di “beachintimidation” non distante dal fenomeno della “gymintimidation” ovvero la paura di andare in palestra con l’ansia di trovarsi accanto corpi in super forma.

La cosa interessante è che il 76% dei 1000 intervistati ha ammesso di essere particolarmente iper-critico verso il proprio aspetto in spiaggia, concentrato sui suoi difetti piuttosto che su quelli altrui.

In altre parole, al mare siamo talmente tutti preoccupati di come ci vedono gli altri da non renderci conto che nessuno guarda il proprio vicino di ombrellone!

Accidenti…non ci resta che indossare il nostro bel bikini e fare un sorriso, anche gli altri faranno la stessa cosa!

Categorie: Curiosità.

Articolo pubblicato da
Ultimo aggiornamento: